Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

In Municipio con una scacciacani sotto il giubbotto: arrestato impiegato comunale

Il 53enne, dopo la convalida, è stato scarcerato: a suo carico è stato posto l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Nella pistola c'era un proiettile vero munito di ogiva

(foto ARCHIVIO)

Impiegato comunale si presenta in Municipio, a Menfi, con una pistola sotto il giubbotto. Qualcuno lancia l'Sos e un carabiniere riesce a bloccarlo e ad arrestarlo. Su disposizione della Procura, il cinquantatreenne è stato portato in carcere, a Sciacca. Ieri, il giudice per le indagini preliminari Renato Zichittella, al termine dell’udienza di convalida, ha convalidato e disposto la remissione in libertà dell’indagato con obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Perché l'impiegato comunale, F. G., si fosse recato al palazzo di città con un'arma clandestina non è chiaro. L’arma, che è stata sequestrata, era una scacciacani, ma con proiettile vero munito di ogiva. La scacciacani avrebbe subito modifiche tali che l’avrebbero resa idonea al fuoco. Il dipendente, ieri, si è difeso sostenendo che quella pistola l’aveva rinvenuta per strada, vicino a dei rifiuti, e che era sua intenzione consegnarla ai carabinieri dopo essere passato dal Municipio per sbrigare una faccenda legata al suo cedolino.

La Procura della Repubblica di Sciacca aveva chiesto la convalida dell’arresto e la custodia cautelare in carcere dell’indagato. La difesa, rappresentata dall’avvocato Luigi La Placa, invece, sostenendo, sul merito, che si trattava di una pistola a salve e che, in ogni caso, non si era proceduto a una perizia balistica, si era opposta all’applicazione della misura. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Municipio con una scacciacani sotto il giubbotto: arrestato impiegato comunale

AgrigentoNotizie è in caricamento