Cronaca

"Subì violenza sessuale", al via il processo per due imputati

E' iniziato il procedimento nei confronti delle persone che hanno scelto il rito ordinario. Fissato il calendario di udienze per l'escussione dei testi del pm

(foto ARCHIVIO)

E' cominciato, al tribunale di Sciacca, il processo - con rito ordinario - a carico dei due imputati coinvolti nella vicenda della ragazzina di 14 anni che fra Menfi e Gibellina avrebbe subito atti sessuali. Gli imputati sono Pietro Civello, 63 anni, di Gibellina e Vito Sansone, 43 anni, di Menfi, rappresentati e difesi rispettivamente dagli avvocati Antonino Vallone e Giacomo Frazzitta. Nella prima udienza, secondo quanto riporta oggi il Giornale di Sicilia, le difese hanno avanzato una eccezione di nullità riguardante la notifica del decreto che dispone il giudizio che non è stata accolta dal collegio giudicante, dopo una camera di consiglio che ha fissato il calendario delle udienze per l'escussione dei testi del pm il 9 settembre.

Minore fatta prostituire dalla madre", la difesa chiede tre assoluzioni

Secondo l'accusa, la minorenne sarebbe stata costretta a subire rapporti sessuali e la madre avrebbe favorito accompagnandola nei luoghi dove si consumavano gli incontri sessuali per somme che andavano dalle 30 alle 200 euro. La madre e gli altri imputati vengono giudicati, dal gup del tribunale di Palermo, con il rito abbreviato. La sentenza, in questo caso, è prevista tra pochi giorni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Subì violenza sessuale", al via il processo per due imputati

AgrigentoNotizie è in caricamento