menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'aula di tribunale (foto ARCHIVIO)

Un'aula di tribunale (foto ARCHIVIO)

"Evade e scaglia pugni contro la gazzella", pm chiede giudizio immediato

La difesa, con l'avvocato Calogero Lanzarone, si appresta a chiedere l'abbreviato

Il sostituto procuratore della Repubblica di Sciacca, Michele Marrone, ha chiesto il giudizio immediato per Salvatore Foresta, 49 anni, accusato d'essere evaso dagli arresti domiciliari - a Menfi - e d'aver provato ad opporsi ad un controllo dei carabinieri, minacciando di aggredirli, lanciando sedie nei loro confronti e prendendo a pugni la gazzella. 

La difesa, con l'avvocato Calogero Lanzarone, si appresta a chiedere l'abbreviato. I fatti per i quali sarà celebrato il processo, al tribunale di Sciacca, si sono svolti in pieno centro, a Menfi, il 20 settembre scorso. Il giudice Alberto Davico ha fissato la prima udienza, dinanzi al giudice monocratico, per il 20 febbraio 2020. La richiesta di abbreviato da parte della difesa, però, potrebbe fare slittare l'inizio del processo. Quando sono avvenuti i fatti oggetto del processo Salvatore Foresta, che è di Sciacca e risiede a Menfi, si sarebbe trovato in stato di ebbrezza alcolica. Adesso l'imputato è detenuto nel carcere di Sciacca. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento