Evade dai domiciliari dopo aver portato scacciacani in Municipio, arresto convalidato

Il 24 settembre è prevista l'udienza per decidere sul patteggiamento a 2 anni e 10 mesi di reclusione

(foto archivio)

Il giudice del tribunale di Sciacca, Renato Zichittella, ha convalidato l'arresto - per evasione dai domiciliari - del dipendente comunale di Menfi Filippo Giarraputo , di 53 anni. Nell'udienza di convalida, l'indagato si sarebbe difeso sostenendo di essersi messo davanti casa per il forte caldo e non avendo l'aria condizionata. La difesa, con l'avvocato Calogero Lanzarone , non si è opposta alla convalida. Giarraputo rimane ai domiciliari.

Tra meno di un mese, il 24 settembre, è prevista l'udienza per decidere sul patteggiamento chiesto da Giarraputo nell'ambito della vicenda per quale si trova ai domiciliari. Ha chiesto di patteggiare la pena di 2 anni e 10 mesi di reclusione dopo che il 31 dicembre del 2019 è stato fermato in Municipio per porto di arma clandestina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento