Blitz antidroga "Street food", deve espiare la pena: 25enne torna in carcere

Calogero Friscia aveva patteggiato la condanna, adesso deve scontare un anno di detenzione

Deve espiare un anno di detenzione per la condanna, patteggiata a 2 anni e 4 mesi, del processo antidroga scaturito dall'inchiesta "Street food". Calogero Friscia, 25 anni, di Menfi torna in carcere. Nelle scorse settimane, Friscia era passato dai domiciliari al carcere per violazione delle prescrizioni che gli erano state imposte. Il giovane era ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta su presunti atti sessuali con una minore di 14 anni. Poi il giudice, su istanza del difensore, lo ha posto nuovamente ai domiciliari in un'abitazione diversa rispetto a quella che occupava in precedenza. Adesso è tornato in carcere per la sospensione dell'ordine di esecuzione per la carcerazione. Il provvedimento è della Procura di Sciacca con il sostituto Christian Del Turco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento