Blitz antidroga "Street food", deve espiare la pena: 25enne torna in carcere

Calogero Friscia aveva patteggiato la condanna, adesso deve scontare un anno di detenzione

Deve espiare un anno di detenzione per la condanna, patteggiata a 2 anni e 4 mesi, del processo antidroga scaturito dall'inchiesta "Street food". Calogero Friscia, 25 anni, di Menfi torna in carcere. Nelle scorse settimane, Friscia era passato dai domiciliari al carcere per violazione delle prescrizioni che gli erano state imposte. Il giovane era ai domiciliari nell'ambito dell'inchiesta su presunti atti sessuali con una minore di 14 anni. Poi il giudice, su istanza del difensore, lo ha posto nuovamente ai domiciliari in un'abitazione diversa rispetto a quella che occupava in precedenza. Adesso è tornato in carcere per la sospensione dell'ordine di esecuzione per la carcerazione. Il provvedimento è della Procura di Sciacca con il sostituto Christian Del Turco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento