menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il Parco archeologico di Selinunte

Il Parco archeologico di Selinunte

Menfi capofila del circuito "Selinunte, dalle Cave alle Terme"

Trasmesso al Ministero per i Beni culturali il progetto per la valorizzazione del patrimonio culturale che comprendente 16 comuni fra le province di Agrigento, Trapani e Palermo

Il Comune di Menfi, in qualità di capofila, ha trasmesso al Ministero per i Beni e le attività culturali ed il turismo, il progetto per la creazione del "Circuito turistico-culturale: Selinunte, dalle Cave alle Terme", che nascerà dall'associazione fra i Comuni di Menfi, Poggioreale, Salaparuta, Gibellina, Santa Ninfa, Montevago, Partanna, Santa Margherita di Belìce, Sambuca di Sicilia, Salemi, Castelvetrano- Selinunte, Sciacca, Caltabellotta, Petrosino, Contessa Entellina e Campobello di Mazara.

Con questo progetto il sistema territoriale si candida per accedere ai finanziamenti erogati dal Mibact per la progettazione integrata sul territorio per la valorizzazione del patrimonio culturale. Il progetto punta al rilancio del patrimonio culturale materiale e immateriale del territorio della Chora Selinuntina (il territorio dell'antica Selinunte, candidato a Patrimonio dell'Unesco), comprendente 16 comuni fra le province di Agrigento, Trapani e Palermo, con il fiume Belice come confine naturale.  

Tale territorio, ricco di stratificazioni storiche e culturali (dal neolitico all'arte contemporanea del del Belìce post '68), facendo perno sull'autonomia del Parco archeologico di Selinunte, inteso come principale attrattore, avvia quindi una progettualità trasversale che punta all'aumento ed alla diversificazione dei flussi di turisti e visitatori, alla riqualificazione del Parco come vero hub territoriale (con una progettazione dedicata ad un centro visitatori innovativo e immersivo), ad una maggiore qualificazione, integrazione e accessibilità dell'offerta culturale, che a sua volta consenta una maggiore circuitazione dei flussi esistenti di visitatori.

Inoltre il progetto prevede l'istituzionalizzazione di una Summer school di progettazione partecipata, coordinata dalla Scuola Politecnica (Uni-Palermo) che coinvolga studenti ed esperti di livello internazionale, ma soprattutto la comunità locale, e arricchisca il parco progetti del territorio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento