"Abusi sessuali su una 13enne", la Cassazione: la madre resta in carcere

La ragazzina ha parlato, nell'incidente probatorio, ricostruendo i fatti

La Cassazione ha confermato la custodia cautelare in carcere per la madre della ragazzina che avrebbe subito atti sessuali fra Menfi e Gibellina. La Suprema Corte ha dichiarato inammissibile il ricorso presentato dall'avvocato Antonino Augello. Il difensore attende adesso - secondo quanto viene riportato dal Giornale di Sicilia - l'esito dell'appello cautelare da parte del tribunale di Palermo in merito all'attenuazione della misura. La ragazzina ha parlato, nell'incidente probatorio, nel corso di due udienze, ricostruendo i fatti e nell'ultima in merito proprio alla posizione della madre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presunti abusi sessuali su una ragazzina, un indagato torna libero

L'indagine, portata a termine dai carabinieri della stazione di Menfi, prese le mosse da un normale controllo, a un posto di blocco, nel dicembre del 2017. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento