rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Cronaca Villaggio Mosè

Mendicava "utilizzando" un neonato, denunciata ventunenne

Agli automobilisti fermi al semaforo del Villaggio Mosè raccontava di "non aver soldi per farlo mangiare" e di "non sapere come fare per vestirlo"

Mendicava, "utilizzando" un neonato. Un piccino che veniva mostrato a tutti gli automobilisti di passaggio, fermi davanti al semaforo. Agli agrigentini raccontava di "non aver soldi per farlo mangiare". E di "non sapere come fare per vestirlo". L'obiettivo, naturalmente, era uno soltanto: far impietosire e dunque "strappare" qualche moneta, o meglio ancora qualche banconota, ai più teneri di animo.

La polizia di Stato, accorgendosi però di quell'accattonaggio, l'ha fermata, identificata e denunciata alla Procura della Repubblica di Agrigento. A finire nei guai - dopo, appunto, essere stata bloccata nel quartiere commerciale del Villaggio Mosè - è stata una ventunenne romena.

Un copione che sembra ripetersi nella città dei Templi, nelle zone maggiormente trafficate dalle autovetture o dai pedoni che si lasciano intenerire e “sganciano” qualche centesimo di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mendicava "utilizzando" un neonato, denunciata ventunenne

AgrigentoNotizie è in caricamento