menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meeting su “Le cure palliative e la terapia del dolore” all’Ambrosini

L’incontro ha l’obiettivo di rafforzare la cultura della “lotta contro il dolore” attraverso una...

L’istituto superiore "Ambrosini" di Favara ha organizzato ieri un’interessante incontro tra le quinte classi e l’equipe della “Clinica del dolore” del San Giovanni di Dio di Agrigento, avendo l’istituto aderito al progetto “Le cure palliative e la terapia del dolore” ideato dal noto centro ospedaliero.

L’incontro, il primo di una serie che coinvolge le scuole agrigentine partecipanti al concorso “Il Mantello” sul tema “Dolore, cure ed etica di fine vita”, ha l’obiettivo di rafforzare la cultura della “lotta contro il dolore” attraverso una corretta e qualificata informazione volta anche al superamento del pregiudizio relativo all’uso dei farmaci, illustrando il loro fondamentale contributo alla tutela della dignità della persona.

Presenti, tra gli altri, il direttore Gerardo Alongi, e l’inventore e realizzatore dell’unità operativa, Antonio Liotta, adesso in pensione, che hanno descritto l’attuale condizione del reparto, in grado di ospitare malati in gravi situazioni psicofisiche, dando loro un'assistenza completa, non solo dal punto di vista strettamente medico, ma anche e soprattutto dal punto di vista umano.

Proprio l'aspetto umano è al vertice degli obiettivi degli operatori del reparto, scelti per spiccate caratteristiche personali di approccio al malato e ai familiari e che interpretano la propria attività come una mission a servizio degli altri, con la centralità della persona al di sopra di ogni cosa.

Il progetto si concluderà il 10 e l’11 novembre 2011 al Teatro Pirandello di Agrigento con un convegno patrocinato dalla Presidenza della Repubblica, dal Consiglio dei ministri, dalla Presidenza della Regione Sicilia, dal Parlamento europeo, dal Comune di Agrigento e dagli ordini professionali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento