Sabato, 20 Luglio 2024
I retroscena dell'inchiesta / Cattolica Eraclea

Tangenti e ricatti per le pensioni di invalidità: "Non mi approvi le pratiche e io ti faccio perdere le elezioni"

Le intercettazioni che hanno portato all'arresto dei medici Agostino Genova e Rosario Cammalleri, che avrebbe sottoscritto 359 certificati in meno di 2 anni per le istanze all'Asp e al quale il primo avrebbe chiesto aiuto per candidarsi alle Regionali. Sequestrati 300 mila euro, orologi di lusso e una Porsche Boxster

Da marzo 2021 a novembre dell'anno scorso avrebbe redatto ben 359 certificati telematici connessi ad altrettante pratiche per pensioni di invalidità. Il medico Rosario Cammalleri, orginario di Cattolica Eraclea, in provincia di Agrigento, sarebbe stato uno dei più fidati complici di Agostino Genova, coordinatore dell'ufficio Invalidi ciechi e sordomuti dell'Asp, al quale avrebbe consentito di incassare 250 euro su ogni istanza evasa fino ad arrivare, secondo la Procura, a ben 900 mila euro in meno di due anni. Ma avrebbe avuto anche un potere più ampio su di lui, tanto da minacciarlo: "Ti faccio perdere le elezioni" e "io ti ho creato e io ti distruggerò".

Durante le perquisizioni eseguite questa mattina dalla guardia di finanza a casa di Genova e Cammalleri sono stati trovati contanti, ma anche una Porsche Boxster e alcuni orologi di lusso (Rolex e Patek Philippe). Nello specifico a Poggio Ridente, nell'abitazione del primo, sono stati sequestrati 160 mila euro di cui 40 mila in banconote, mentre all'altro indagato sono stati congelati circa 140 mila euro tra contanti e somme trovate su alcuni conti correnti.

Il rapporto tra i due - che come ammettono loro stessi si conoscono "da trent'anni" - emerge dall'ordinanza di custodia cautelare del gip Clelia Maltese, con cui entrambi sono finiti agli arresti domiciliari assieme ad altre quattro persone. Dalle conversazioni tra Cammalleri e la sua collaboratrice, Tiziana Guadalupi (arrestata pure lei), viene fuori che Genova, dopo essersi candidato senza successo alle Comunali l'anno scorso, avrebbe cercato di rimediare una poltrona alla Regione. Una sistemazione, come commentavano i due indagati, necessaria in vista del pensionamento di Genova dall'Asp.

L'intrusione nella chat elettorale: "Ti faccio danno"

Cammalleri - così ricostruisce la guardia di finanza, coordinata dai procuratori aggiunti Sergio Demontis e Paolo Guido e dal sostituto Felice De Benedittis - avrebbe ricattato Genova perché non gli avrebbe approvato le pratiche, dicendogli che gli avrebbe fatto "danno" e anche "perdere le elezioni". Così avrebbe scritto in una chat elettorale di Genova, mettendolo in seria difficoltà.
"Tu dal mese di dicembre non mi approvi più niente e mi pigli per il culo... A me - diceva Cammalleri - per il culo non mi pigli, io ti ho creato e io ti distruggerò, vai tranquillo, tu a me non devi dimostrare niente, tu mi devi... Pratiche approvate... Io non voglio chiacchiere... Portami le pratiche approvate non mi pigliare per il culo, io non sono uno che tu puoi ricattare".

"Mi destabilizzi tutte cose, ora scrivi che stavi scherzando"

Genova gli chiedeva conto delle sue esternazioni nella chat: "Ma che minchia hai scritto? Ma sei caduto dal seggiolone? Ma che cazzo hai scritto nella mia chat? 'Ste cose in privato me le devi scrivere, no che me le scrivi con cento persone che mi hanno chiamato tutte... Tu non è che ti puoi permettere di fare queste cose, io intanto da ora in poi ti stacco i telefoni, non mi cercare". E aggiungeva: "Ora mi fai la cortesia, tu ora dici che avevi scherzato, mi destabilizzi tutte cose, Rosario, trent'anni che ci conosciamo, questa è una chat elettorale".

"Ti distruggerò, occhio per occhio e dente per dente..."

Cammalleri replicava: "Tu fai danno a me, fai danno a me e io e io faccio danno a te, occhio per occhio, dente per dente, ti farò perdere le elezioni" e Genova rispondeva: "Tu fammi la cortesia, dici: 'Per un mero errore la mia nipotina ha scritto queste minchiate'...". Ma l'altro medico non voleva sentire ragione: "Io minchiate non ne scrivo e pentimenti non ne ho, te l'ho detto a solo e tu non mi hai risposto". E ancora: "Mi stai facendo fare varie figure terribili, io ho trenta pratiche da approvare e tu ogni volti mi trovi una calunnia!".

"Sono il tuo fedele scudiero, lavoro da 7 ore per te"

Secondo la Procura, Genova avrebbe intascato 250 euro per pratica segnalata da Cammalleri e Guadalupi, che gliene avrebbero portate addirittura 32 in un solo giorno ("una è urgentissima perché ha già pagato!", rimarcavano). E Genova, in un'intercettazione, si definiva "il tuo fedele scudiero" rivolgendosi a Cammalleri. Altrove gli diceva: "Minchia ho fatto sette ore di lavoro per te, magari mi gira la testa, mamma! Alle 5 e mezzo ero alzato per te... Come ci vediamo domani ti sorprenderò, ti do quello che ti devo consegnare, poi voglio vedere cosa farai tu per me". E che i soldi accumulati sarebbero stati tanti emerge da un'altra conversazione in cui Cammalleri diceva: "Eh perché ci vuole tempo per contarli!" e Genova: "E li conti, conti, mi fido di te, li conto io, mentre tu ti prepari io conto e tu ti devi fidare che io conto vero!".

"Mi chiede se lo appoggio alle Regionali: è una mania, un'ossessione"

A dispetto degli "affari", Cammalleri non avrebbe avuto una grande considerazione del medico legale: "Oggi è deluso - confidava a Guadalupi - mi ha chiesto se questa volta gli faccio la campagna elettorale sul serio per le Regionali... E' proprio una mania, un'ossessione, è proprio come i giocatori che più perdono e più vogliono giocare, dice che non ce l'ha fatta per un soffio (alle Comunali, ndr) perché ci sono quattro traditori". Guadalupi commentava: "Ora va in pensione, giusto? Quindi si dovrebbe trovare una poltrona più accattivante per esternare queste sue manie di protagonismo". Cammalleri chiudeva: "Io sono diventato ormai la sua vittima preferita, io me lo devo piangere, dice che vuole venire a lavorare con noi... Una volta che se ne va in pensione non lo può ammaccare più il bottoncino e noi dobbiamo trovare il sostituto...".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti e ricatti per le pensioni di invalidità: "Non mi approvi le pratiche e io ti faccio perdere le elezioni"
AgrigentoNotizie è in caricamento