Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Un laboratorio della città produceva sushi non idoneo, scatta il maxi sequestro

Il conducente dell'auto, nonchè dipendente del locale, non ha saputo fornire i dettagli richiesti dalle fiamme gialle

La Guardia di finanza ha “beccato” un’auto che trasportava oltre mille pezzi di sushi definito “non idoneo”. Il maxi sequestro è stato ad opera delle fiamme gialle di Mussomeli. I finanzieri, dunque, hanno intercettato la vettura che trasportava svariate confezioni di sushi destinati agli abitanti della zona. Il sushi proveniva da un laboratorio che si trova nel litorale di Agrigento. Al momento del controllo, secondo quanto emerso, il conducente non è stato in grado di fornire nessuna documentazione utile alla tracciabilità del pesce. Anche l’auto non era idonea al tipo di trasporto e dunque anch’essa priva di regolare certificazione.

Sono stati sequestrati 1016 pezzi di sushi, conservati in dei contenitori di plastica. Il cibo è stato dichiarato “non idoneo al consumo”. Il sushi è stato sequestrato per via della cattiva conservazione. Il prodotto avrebbe fruttato 1500 euro. Al titolare del locale, è stata anche contesta la mancata emissione di scontrini fiscali. L’uomo è stato segnalato all’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un laboratorio della città produceva sushi non idoneo, scatta il maxi sequestro

AgrigentoNotizie è in caricamento