menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mastelli svuotati in malo modo, arriva la stangata: multe per 75mila euro

Il Comune di Agrigento, di fatto, sta provando – e lo sta facendo in tutti i modi – a fare in modo che il servizio funzioni alla perfezione e che, in città, non ci siano più rifiuti abbandonati fra marciapiedi, slarghi e strade

Carenze nel servizio di “porta a porta” di raccolta differenziata? I funzionari del Comune di Agrigento hanno fatto sanzioni, con trattenute sulle loro fatture, alle imprese che si occupano proprio di svuotare i mastelli degli agrigentini. Una “stangata” di complessivi 75 mila euro. Inoltre, “quando il gioco si duro, i duri cominciano a giocare”. Per arrivare alla perfezione nel servizio di raccolta differenziata, da oggi parte – viene offerto a tutti i residenti - un apposito servizio di segnalazione, ovvero mediante un messaggio Whatsapp. 
Il Comune di Agrigento, di fatto, sta provando – e lo sta facendo in tutti i modi – a fare in modo che il servizio funzioni alla perfezione e che, in città, non ci siano più rifiuti abbandonati fra marciapiedi, slarghi e strade. Da un lato quindi chiede la collaborazione, il servizio di segnalazione serve proprio a questo, dei cittadini; dall’altro in caso di carenze vengono elevate sanzioni, che sono anche abbastanza consistenti, alle imprese.

Poi ci sono i controlli – meticolosi e capillari – dell’apposita squadra della polizia municipale che, nonostante il trascorrere dei mesi, continua a stanare e a multare i cosiddetti “lanciatori seriali”. Ed ancora, in campo – ossia fra strade principali e secondarie – sono state schierate le spazzatrici. Un mini macchinario è stato visto all’opera, ossia ripulendo, in via Atenea, in piazza Sinatra e in via Garibaldi. Una delle quattro spazzatrici di grandi dimensioni ha ripulito invece la centralissima via Empedocle, piazza Ravanusella – dove, per ogni martedì, è stato apposto apposito divieto di sosta – e altri sette chilometri di strade urbane.

“Nel corso della settimana entreranno in operatività piena altre tre grandi spazzatrici che opereranno nelle zone di Fontanelle, Monserrato e Villaggio Mosè, coprendo un percorso quotidiano di oltre 25 chilometri di spazzamento – ha già spiegato il sindaco della città dei Templi: Lillo Firetto -. Entro la fine del mese di ottobre sarà pubblicato il calendario degli interventi di spazzamento meccanizzato e degli interventi di lavaggio delle strade. In tempi brevi verrà riorganizzata la distribuzione degli operatori addetti allo spazzamento manuale – ha aggiunto il capo dell’amministrazione comunale - cercando di ottimizzare l'esiguo numero di addetti previsti dal capitolato d'appalto. Tutto questo per potere raggiungere tutte le strade cittadine”.

Nei giorni scorsi, per pianificare e ottimizzare i nuovi servizi, si era anche tenuto un apposito vertice operativo fra l’amministrazione comunale, i dirigenti di palazzo dei Giganti e i rappresentanti delle imprese che si occupano della raccolta differenziata dei rifiuti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento