menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Le mascherine sono tornate introvabili, i farmacisti: "Dai grossisti niente spedizioni"

E' nuovamente complesso rifornirsi anche solo di quelle chirurgiche monouso: in parte dipende anche dalle scelte del Governo

Ora che la "fase 2" è ormai ampiamente arrivata e sarà possibile uscire da casa in modo più semplice, mantenendo però sempre distanza sociale e mascherine, proprio questi strumenti di protezione sembrano divenuti introvabili.

Un tentativo lo abbiamo fatto anche noi nei giorni scorsi in una farmacia dell'Agrigentino. Abbiamo chiesto, appunto, delle mascherine chirurgiche. Il farmacista, quasi scusandosi, ci ha spiegato che aveva ricevuto solo 200 mascherine a prezzo calmierato, e gli era rimasto un pacco da 50 che stava vendendo a 1 euro a mascherina, cioè il prezzo di costo. Alla nosra richiesta di acquistare l'intero pacco ha risposto stringendosi nelle spalle: "Non posso, posso darle al massimo 5 mascherine, anche perché non so quando me ne forniranno altre".

Una situazione limite, anche per chi lavora in questo settore, che dipende da problemi di approvigionamento a monte. Se una volta le mascherine erano introvabili perchè i magazzini erano vuoti, però, adesso sembra più un problema di distribuzione.  "Abbiamo venduto tutto, anche rimettendoci di tasca" racconta Claudio Miceli, presidente di Atifar Federfarma Agrigento, su La Sicilia. Lo stesso Miceli spiega che le procedure per ottenere un ristoro sul prezzo "calmierato" siano complesse da realizzare e che al momento dai grossisti non arrivano più mascherine.

Emergenza anche per i guanti in lattice, divenuti anch'essi introvabili o cresciuti di prezzo in modo spropositato rispetto al costo pre-Covid.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento