Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca

L'ispettore Maria Volpe "accompagna" Oumoh dalla sua mamma: "Non dormo da tre notti"

La piccola ivoriana è sbarcata a Lampedusa cinque mesi fa, oggi il grande giorno. La vicenda ha tenuto tutti con il fiato sospeso, adesso l'epilogo felice

L'ispettore Maria Volpe e la piccola Oumoh

La piccola Oumoh torna tra le braccia della sua mamma. La bimba ivoriana cinque mesi fa, sbarcò a Lampedusa a bordo di un gommone. A prendersi cura della piccola, l’ispettore capo della Questura di Agrigento, Maria Volpe.

Oggi, il grande giorno. Oumoh ritroverà la sua mamma. Il volo atterrerà alle 10,30, all’aeroporto di Punta Raisi. Ad accompagnare la bimba, anche l’ispettore Volpe. La mamma potrà finalmente riabbracciare la sua piccola.

La vicenda ha tenuto tutti con il fiato sospeso, adesso l’epilogo felice, mamma e figlia continueranno a vivere insieme nella comunità che ospita da mesi Oumoh.

"Sono emozionata, felice, oggi per me è Pasqua - dice Maria Volpe ai microfoni dell'Adnkronos - . È il regalo più grande che io potessi ricevere. Sto tremando perché mi immedesimo nella mamma non dormo da tre notti, da quando ho saputo che la mamma ha avuto il visto. Non vedo l'ora di vederle insieme".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ispettore Maria Volpe "accompagna" Oumoh dalla sua mamma: "Non dormo da tre notti"

AgrigentoNotizie è in caricamento