rotate-mobile

Il fiume Naro torna a tingersi di “nero”, Mareamico punta l'indice sui frantoi

L'associazione ambientalista denuncia l'ennesimo caso di presunto inquinamento ambientale dovuto allo sversamento delle acque di vegetazione derivanti dalla molitura delle olive

“Anche quest'anno, nonostante l'intensa attività delle forze dell'ordine, hanno nuovamente sversato le acque di vegetazione, nel fiume Naro, che inevitabilmente è diventato nero”.

Così Claudio Lombardo, presidente dell'associazione Mareamico Agrigento, dai microfoni di AgrigentoNotizie denuncia l'ennesimo caso di presunto inquinamento ambientale che lo stesso, ha documentato anche con delle immagini dall'alto che mostrano la colorazione scura delle acque del fiume.

L'olio dei frantoi arriva fino al mare: denuncia di MareAmico

“Le acque di vegetazione – aggiunge Lombardo - che rappresentano l'ultimo scarto della molitura delle olive nei frantoi, sono 200 volte più inquinanti delle fognature, perché sottraggono ossigeno all'acqua, portando alla morte di ogni forma di vita”.

Secondo il presidente dell'associazione ambientalista, nei prossimi giorni l'inquinamento del fiume Naro potrebbe anche essere certificato dalla presenza, nei pressi della foce, di molluschi morti.

Fenomeno questo che si sarebbe già registrato nella stessa area marina.

Video popolari

Il fiume Naro torna a tingersi di “nero”, Mareamico punta l'indice sui frantoi

AgrigentoNotizie è in caricamento