rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca

Molitura delle olive, acque scaricate illegalmente mandano in tilt i depuratori

Secondo "MareAmico": "E' stato determinato il blocco funzionale degli impianti di Favara, di Campobello di Licata e di Caltabellotta"

Fiumi e tratti di mare diventani neri, migliaia di pesci morti. E' il risultato della molitura delle olive, le cui acque sono state illegalmente finite nel fiume Naro e nel fiume Magazzolo - come ha documentato MareAmico - .

fiume naro-2

"Ma non è tutto - ha spiegato l'associazione ambientalista - perché le acque di scarto sono finite pure nella pubblica fognatura e, conseguentemente, hanno mandato in tilt alcuni depuratori, come quello - scrive 'MareAmico' - di Favara, lo scorso 17 ottobre, quello di Campobello di Licata il 13 ottobre e quello di Caltabellotta, per tutto il mese di ottobre".

depuratore-2

"Le acque di vegetazione sono almeno 100 volte più inquinanti delle fogne e quando arrivano nei depuratori provocano la morte dei batteri - conclude 'MareAmico' - che hanno il compito di depurare le fogne. Questa nuova situazione ha causato il blocco funzionale dei depuratori e quindi inquinamento su inquinamento". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molitura delle olive, acque scaricate illegalmente mandano in tilt i depuratori

AgrigentoNotizie è in caricamento