menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Favara, la settima "Marcia della legalità" e il presidio dei precari

Domani a Favara è prevista la giornata conclusiva della "Festa della Legalità", quest'anno giunta alla VII edizione. «Contestualmente - ha detto il sindaco Rosario Manganella -, ci troviamo ad affrontare la grave situazione legata all'attesa dell'autorizzazione da parte della commissione del Ministero dell'Interno alla proroga del rapporto di lavoro per 70 lavoratori precari del Comune di Favara»

Domani a Favara è prevista la giornata conclusiva della "Festa della Legalità", quest'anno giunta alla VII edizione.

E' prevista proprio in questa giornata conclusiva la "Marcia della Legalità" che vede la partecipazione delle massime Autorità civili, militari, e religiose tra cui il prefetto, il questore, il comandante provinciale dei Carabinieri, il comandante provinciale della GdF, del Corpo forestale, della Guardia costiera.

«Contestualmente - ha detto il sindaco Rosario Manganella -, ci troviamo ad affrontare la grave situazione legata all'attesa dell'autorizzazione da parte della commissione del Ministero dell'Interno alla proroga del rapporto di lavoro per  70 lavoratori precari del Comune di Favara, attualmente ferma per un dubbio sull'eventuale applicazione della norma inserita col Jobs Act dal 1 gennaio 2015, relativa al limite massimo del 20per cento di precari rispetto ai lavoratori a tempo indeterminato di ogni Ente».

«In pratica, se questo orientamento venisse confermato tutti gli Enti Locali della Sicilia (quasi tutti fuori limite del 20per cento di precari), si ritroverebbero nella situazione paradossale di non poter concedere alcuna proroga contrattuale al personale precario - ha spiegato ancora Manganella -. Tale problematica, quindi, non interessa esclusivamente il Comune di Favara, ma tutti gli Enti Locali della Sicilia. I nostri precari hanno realizzato delle iniziative davanti il Comune, mettendo un presidio permanente fuori il Palazzo municipale, che è stato listato a lutto. Per domani, nel contesto della "Marcia della Legalità" vogliono gridare alla Sicilia, ai deputati nazionali e regionali, ai sindaci e ai colleghi precari siciliani, che il problema riguarda proprio tutti, non solo i precari del Comune di Favara, a difesa del posto di lavoro e a tutela dei propri diritti, messi a repentaglio dopo 20-25 anni di servizio negli enti locali da discutibili norme nazionali».
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento