rotate-mobile
Cronaca

Marcia contro l'isolamento, Firetto: "Facciamo sentire che siamo tanti e siamo uniti"

Il sindaco, a pochi giorni dalla manifestazione di protesta, ha lanciato un nuovo appello affinché non manchi la partecipazione

"Viadotti incompleti, interrotti, a percorrenza alternata, insicuri. Avvallamenti, interruzioni, lavori interminabili, semafori, deviazioni, cronoprogrammi mai rispettati. Manutenzione ai minimi storici. Promesse e poi promesse. Autostrade che non sono autostrade. Strade a scorrimento veloce in cui si avanza a passo di lumaca. Agrigento paga un isolamento infrastrutturale insostenibile e attende da sempre il diritto a una viabilità che la colleghi in tempi accettabili e in sicurezza col resto dell'isola e con gli aeroporti in particolare. Facciamo sentire che siamo tanti e uniti in un solo grido. Il 25 gennaio diciamo forte che la misura è colma. Non ne possiamo più". Lo ha scritto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che, di fatto, lancia un appello affinché siano in tanti a mobilitarsi e a partecipare alla marcia. 

"I fondi per fare bene e subito ci sono e la priorità è una e si chiama Sicilia. Ora basta. Abbiamo esaurito la pazienza. Uniti chiederemo il rispetto di un diritto sacrosanto. Basta attese, basta chiacchiere. Un piano di interventi subito!" - ha rimarcato, e non è la prima volta, il capo dell'amministrazione della città dei Templi - . 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marcia contro l'isolamento, Firetto: "Facciamo sentire che siamo tanti e siamo uniti"

AgrigentoNotizie è in caricamento