menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Agrigento, La Scala (M5s): «Troppi consulenti esterni, Firetto spreca»

«I soldi spesi per i consulenti della palestra fanno parte del finanziamento ministeriale, si tratta pur sempre di denaro dei cittadini, che va comunque speso sempre al meglio. Nominare consulenti esterni piuttosto che valorizzare il personale a disposizione, non è una politica sana». E' quanto afferma il consigliere comunale La Scala

«Non appena tre, ma ben quattro consulenti per una sola opera pubblica il Comune di Agrigento ha nominato in pochi giorni per il completamento della palestra di piazza La Malfa. Un poker di esperti dal costo di oltre centomila euro».

Lo afferma il consigliere comunale del Movimento cinque stelle di Agrigento, Marcello La Scala.

«Tutti geni che il sindaco dice di avere dovuto cercare e scovare fuori dagli uffici comunali perché non se ne trovano di “strutturisti” neppure al Genio Civile, dice Firetto alla stampa. Ma al Genio Civile di Agrigento hanno esperti capaci di fare calcoli persino per costruire il ponte di Messina e anche di più - incalza il grillino -. Questo avrebbe scoperto, se solo avesse chiesto informazioni agli uffici del Genio Civile o agli assessorati regionali. Pubblichi, signor sindaco, i documenti ufficiali a dimostrazione che lei ha cercato di avvalersi di personale esperto del Genio Civile, prima di firmare nuove consulenze esterne così costose. Di tutto chiederemo gli atti».

Ma per La Scala il sindaco Firetto «pur avendo a disposizione fior di laureati in Economia e commercio, ottimi esperti contabili che fino a pochi anni fa erano a capo degli uffici finanziari e che oggi sono in trasferta a pochi chilometri dalla nostra città, perchè ben valorizzati da altri Comuni, i geni li cerca altrove. Così gli esperti contabili che li impegna presso la Polizia urbana piuttosto che negli uffici finanziari e preferisce chiamare per la contabilità agrigentina un consulente esterno dagli uffici della ex Provincia, con curriculum pari a quello diversi funzionari del nostro Municipio. Un altro esperto che forse fra tre mesi cominceremo probabilmente a pagare, dopo l’attuale trimestre di gratuità».

Poi conclude perentorio: «Non può cavarsela il sindaco Firetto dicendo che i soldi spesi per i consulenti della palestra fanno parte del finanziamento ministeriale, si tratta pur sempre di denaro pubblico, cioè dei cittadini, che va comunque speso sempre al meglio. Le casse saranno diverse, ma le tasche sono sempre le nostre. Dove ci porterà la politica delle consulenze esterne ben pagate ? Quali vantaggi per la città e per la casse comunali ? Nominare consulenti esterni piuttosto che valorizzare il personale a disposizione, non è una politica sana».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento