menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Uno scorcio di Santo Stefano Quisquina

Uno scorcio di Santo Stefano Quisquina

Santo Stefano Quisquina, al via manutenzione della rete idrica comunale

I fondi, come ogni anno, sono destinati al rifacimento di tratti obsoleti e gli interventi consentiranno di diminuire l'entità delle perdite, così come il fabbisogno energetico dell'impianto di sollevamento del pozzo "Prisa"

Hanno preso il via i lavori di manutenzione straordinaria della rete idrica comunale che si trova nelle vie Valle, Messina e Corso a Santo Stefano Quisquina. I lavori, affidati alle locali ditte "Pizzo Alessandro" e "Scolaro Marcello", eventi climatici permettendo, dovrebbero essere ultimati in non più di 60 giorni.

Gi interventi sono realizzati a carico del bilancio comunale e con i contributi elargiti, quale misura compensativa, dalla Sanpellegrino Spa per la riduzione delle perdite di rete. Si tratta di 40 mila euro per l'anno 2016 cui sono stati aggiunti 20 mila euro quale residuo del 2015.

Questi fondi, come ogni anno, sono destinati al rifacimento di tratti obsoleti della rete idrica comunale e gli interventi consentiranno di diminuire l’entità delle perdite idriche, così come il fabbisogno energetico dell’impianto di sollevamento del pozzo "Prisa".

"Si tratta - ha detto il sindaco Francesco Cacciatore - di un intervento importante soprattutto per il contesto in cui si realizza: un quartiere che, per la fatiscenza della rete idrica comunale, necessitava di azioni immediate. In queste zone anche nel periodo estivo c'erano problemi con il servizi idrico, l'erogazione era difficoltosa soprattutto con l'abbassamento dei livelli delle vasche".

"A fronte di mancanza di trasferimenti regionali e di fondi strutturali per questi tipi di interventi - ha aggiunto il primo cittadino - essere intervenuti a totale carico del bilancio comunale è una cosa che ritengo ci faccia. Non è problema di semplice soluzione, anche per il fatto di non aver consegnato le reti al gestore del servizio idrico, e quindi non possiamo contare su finanziamenti per l'ammodernamento, ma facciamo sempre quanto è in nostro potere per garantire il miglior servizio ai nostri concittadini".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento