Martedì, 23 Luglio 2024
Tema divisivo

"L'aborto, il diritto che diventa delitto": spuntano striscioni pro vita e scoppia la polemica

Alcuni cittadini e cittadine contestano la comparsa di questi cartelli che non recherebbero alcuna indicazione sugli autori: chiesto intervento della polizia locale

"Si alla vita", "La vita umana, prima meraviglia dell'universo", "La vita è una lotta: difendila", "Aborto: il diritto diventato delitto".

Sono queste le scritte contenute in alcuni striscioni apparsi nei pressi del santuario di San Calogero ad Agrigento. Messaggi chiaramente "pro vita", che in alcuni casi criminalizzano una scelta, quella dell'aborto, garantita dalla legge come diritto della donna, che non sono passati inosservati.

Dossier - "Uscire dalla Chiesa", come ci si sbattezza e in quanti lo fanno ad Agrigento

A denunciarne la presenza sono stati alcuni passanti, che hanno chiesto anche l'intervento delle forze dell'ordine e della polizia locale per valutare se i manifesti siano o meno autorizzati e in caso provvedere alla loro rimozione.

Sulla superficie dei banner non ci sarebbe alcuna indicazione sugli autori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"L'aborto, il diritto che diventa delitto": spuntano striscioni pro vita e scoppia la polemica
AgrigentoNotizie è in caricamento