menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Morte di Giulio Regeni, Amnesty International Agrigento chiede la verità

Anche il gruppo 283 di Agrigento di Amnesty International sarà in piazza ad Agrigento il 10 marzo dalle 17 alle 19 a Porta di Porte per chiedere che l'omicidio del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni finisca per non essere dimenticato

Anche il gruppo 283 di Agrigento di Amnesty International sarà in piazza ad Agrigento il 10 marzo dalle 17 alle 19 a Porta di Porte per chiedere che l'omicidio del giovane ricercatore italiano Giulio Regeni finisca per non essere dimenticato, per essere catalogato tra le tante "inchieste in corso" o peggio, per essere collocato nel passato da una "versione ufficiale" del governo del Cairo.

L’iniziativa è aperta a chiunque voglia manifestare esponendo uno striscione giallo fatto stampare per l’occasione. Amnesty International chiede che la verità venga accertata e riconosciuta in modo indipendente, da raggiungere anche col prezioso contributo delle donne e degli uomini che in Egitto provano ancora a occuparsi di diritti umani, nonostante la forte repressione cui sono sottoposti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento