menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Manganella chiede aiuto ai cittadini per ripristinare il busto del barone Mendola-2

Manganella chiede aiuto ai cittadini per ripristinare il busto del barone Mendola-2

Manganella chiede aiuto ai cittadini per ripristinare il busto del barone Mendola

Il sindaco di Favara ha istituito un conto corrente postale, in modo da favorire una raccolta...

"Favara deve riappropriarsi dei suoi simboli, il barone Mendola è stato uno di questi”. Con queste parole il sindaco di Favara, Rosario Manganella, esordisce nella sua personale conferenza stampa. Il sindaco ha infatti istituito un conto corrente postale, in modo da favorire una raccolta fondi che serviranno per ridare alla città la statua del barone.

“La politica deve dare l’esempio - afferma Manganella - per questo motivo io e la mia Giunta contribuiremo con una donazione, e auspico che anche i consiglieri comunali lo facciano”. Inoltre Manganella lancia un appello alle scuole di Favara affinché anch’esse diano una mano, (anche con modesti contributi) per rifare il busto del barone Mendola. L’importo della spesa da sostenere è ancora incerto. L’idea è quella di lanciare un concorso di idee dove diversi artisti possano mettere in campo tutto il loro estro artistico.

Il sindaco si è fatto promotore della nascita di una fondazione che possa attualizzare gli studi del Barone. Oggi i suoi scritti sull’agricoltura sono oggetto di studio anche in Europa. Per tributare il barone è stato pubblicato in questi giorni un libro presso il castello di Chiaramonte a firma dell’ ispettore Bruccoleri.

Per tutti coloro che volessero contribuire al ripristino del busto del barone Mendola il controcorrente postale è il 1002922613 da intestare al Comune di Favara mettendo come causale “ Ricostruzione busto “A. Mendola”. Le donazioni possono essere intestate anche alla tesoreria del Comune presso la banca Monte dei paschi di Siena al seguente codice Iban IT77J07601166001002922613. La causale è sempre la stessa.

Risulta curioso come 90 fa, dopo un furto analogo, la comunità favarese si adoperò come oggi per riportare alla luce la trafugata statua del barone. “Favara dovrà dimostrare a quei farabutti, che grazie al contributo di tutti ripristineremo il busto del barone” ha concluso Manganella.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento