menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine della locandina del festival

Un'immagine della locandina del festival

Mandorlo in fiore, si presenta il programma del Festival "I Bambini nel Mondo"

Appuntamento venerdì 10 febbraio alle 10, presso la Casa Sanfilippo. Saranno presenti, tra gli altri, il direttore del Parco Archeologico Valle dei Templi, Giuseppe Parello, il commissario straordinario Bernardo Campo e il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto

Il Festival Internazionale “I Bambini del Mondo”, che anche quest’anno apre il “Mandorlo in Fiore” di Agrigento, sarà presentato venerdì 10 febbraio alle 10, alla Casa Sanfilippo.

Saranno presenti il direttore del Parco Archeologico Valle dei Templi, Giuseppe Parello; il commissario straordinario Bernardo Campo; il sindaco di Agrigento Lillo Firetto; il presidente del Festival Giovanni Di Maida e il presidente dell’Aifa, Associazione International Folk Agrigento, Luca Criscenzo.

Saranno cinque i gruppi internazionali partecipanti al Festival, giunto alla 17esima edizione e che il 4 marzo 2017 aprirà, come da consolidata tradizione, il "Mandorlo in Fiore" di Agrigento. Quest’anno i gruppi arrivano da: Azerbaijan, dalla capitale Baku “Children Group Sama”; Bulgaria, dalla città di Popovo, “Dance Ensemble Severniache”; Indonesia, dalla capitale Jakarta, “Kinnari Promosindo”; Polonia, dalla città di Lublin, “Folk Song Dance Ensemble Lublin”; Turchia, da Ankara, “Gop Necla-Ilhan Ipekci”.  Con loro i gruppi agrigentini: Gergent, Oratorio Don Guanella, I Piccoli del Val D’Akragas, I Picciotti da Purtedda, Fabaria Folk  e Fiori del Mandorlo.

Fin dalla sua nascita, così come voluto dal fondatore del Festival, Claudio Criscenzo, prematuramente scomparso qualche anno fa, il Festival “I Bambini del Mondo” coniuga il folklore con la promozione umana e sociale, per difendere i diritti dei minori. In ragione di ciò “I Bambini del Mondo”, nel corso degli anni, hanno avuto riconoscimenti ufficiali da diversi enti nazionali e internazionali, tra i quali ricordiamo l’Unicef che li ha nominati “Ambasciatori di pace nel mondo”. Quest’anno arriva un altro prestigioso riconoscimento, quello dell’Unesco, dalla Commissione nazionale italiana “in considerazione dell’alto valore della manifestazione intesa a promuovere i valori della pace e della fratellanza”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento