rotate-mobile
Folk

Mandorlo in fiore, il "Tempio d'oro" va al gruppo dell'Uzbekistan

Conclusa intorno alle 18 la cerimonia di premiazione della 75esima edizione della kermesse folk

E' il gruppo folk  “Navruz Dance Ensemble” del'Uzbekistan che si è aggiudicato il "Tempio d'oro" della 65esima edizione del Mandorlo in Fiore. Esegue, sin dalla sua costituzione, avvenuta dodici anni fa, la Khorazm dance, iscritta dal 2019 nella lista patrimoni mondiali immateriali Unesco. 

A consegnare il premio, l’assessore regionale al Turismo, Elvira Amata, il prefetto Maria Rita Cocciufa e il sindaco di Agrigento, Francesco Miccichè.

La consegna del premio è avvenuta poco dopo le 18 davanti ad una Valle gremita da migliaia di persone che hanno atteso pazientemene la fine dello spettacolo conclusivo, partito con ritardo rispetto alla tabella di marcia.

Come sempre è stata una grande festa di musiche e colori, in quella che è stata ribattezzata "l'edizione della rinascita" dopo lo stop per il Covid.

L'Uzbekistan si era già aggiudicato il premio "Ugo Re Capriata" assegnato dall'Assostampa di Agrigento. Il Premio Gigi Casesa, storico Presidente del Gruppo Val d'Akragas, è stato assegnato al Gruppo Francese “ Ballet de Savoie “ per aver saputo rappresentare in modo originale la più autentica e genuina espressione folkloristica. Nel corso della cerimonia, è stato consegnato dal Distretto Turistico Valle dei Templi il premio Costa del Mito al gruppo dell'India, che con la sua presenza ad Agrigento ha svolto al meglio la funzione di promozione turistica del suo territorio.

«Una Festa in cui folklore, tradizione e attrattività sono la positiva sintesi di un prodotto turistico che va sostenuto con forza. Lo abbiamo fatto, non soltanto con la presenza istituzionale, ma anche con il sostegno economico della Regione perché siamo convinti che eventi così consolidati e che hanno un fortissimo richiamo costituiscono l’elemento di forza di una visione turistica di un territorio nel suo complesso». Lo ha dichiarato l’assessore regionale al Turismo, Elvira Amata che ha partecipato alla premiazione. «Per l’occasione - prosegue l’esponente del governo Schifani - nel corso della manifestazione abbiamo anche ritenuto di condividere, insieme a Ferrovie dello Stato e al Comune di Agrigento, un’anticipazione dell’edizione dei “Treni storici”. La replicheremo quest’anno attraverso un ricco programma, e ciò per consentire ai tanti partecipanti di assistere alle tradizionali sfilate dei gruppi folkloristici e agli eventi collaterali previsti all’interno della festa. Continueremo con convinzione a condividere momenti così rilevanti sotto il profilo turistico che rappresentano l’identità di un territorio e che concorrono a rafforzare significativamente il brand della Sicilia».

Le polemiche e i problemi della giornata

Ovviamente non sono mancate le polemiche e le criticità nella giornata dello spettacolo finale. Questa mattina il traffico in città era realmente fuori controllo, soprattutto a causa di un relativamente ridotto numero di persone addetta al controllo e sovrabbondanza di mezzi da gestire. I "racconti dell'orrore" dei cittadini sono innumerevoli: c'è chi è rimasto sequestrato a casa propria a causa di auto in sosta davanti al proprio magazzino (nonostante divieti di sosta con rimozione), chi è rimasto imbottigliato per anche in un'ora in zone come via Bac Bac o via Acrone.

In molti hanno evidenziato l'errore strategico di aver deviato il traffico su arterie "senza uscita" proprio come via Gioeni, con la conseguenza che i mezzi hanno dovuto invertire la marcia giunti in piazza Bibbirria oppure, peggio, inoltrarsi in via Bac Bac finendo bloccati in attesa che defluisse il corteo.

Come proseguirà la serata

Stop alla sfilate e al folk, in piazza Marconi spazio al divertimento, alla musica e al cibo. Al "Mandorlo in fiore food village" infatti alle 20  si esibiranno i "The Momus", mentre a partire dalle 21.30 il celebre comico Sasà Salvaggio divertirà i presenti con uno spettacolo dal vivo. Sarà ovviamente possibile continuare a gustare prodotti locali ed eccellenze enogastronomiche del territorio.

L'Uzbekistan vince il "Tempio d'oro" 2023

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mandorlo in fiore, il "Tempio d'oro" va al gruppo dell'Uzbekistan

AgrigentoNotizie è in caricamento