Domenica, 21 Luglio 2024
Salute / Canicattì

Mancano i medici, chiude il reparto di Chirurgia di Canicattì

C'è allarme adesso nell'area servita dal "Barone Lombardo": si temono ricadute sui serfvizi

Chiude per carenza di medici il reparto di chirurgia dell’ospedale "Barone Lombardo" di Canicattì. La notizia è riportata dal quotidiano La Sicilia. A cambiare la situazione è stato il pensionamento dell'ultimo sanitario in servizio.

Tutti interventi saranno spostati all’ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento. Non si tratta della prima volta che il reparto va in "letargo" per mancanza di risorse umane.

Situazione che si ripete considerando che già nel recente passato il reparto aveva subito interruzioni per lo stesso problema. Adesso si attendono le dovute contromisure dell’Asp di Agrigento per rimettere in funzione l’Unità.

"Abbiamo appreso con grande stupore - ha dichiarato Pippo Spataro, responsabile regionale di Cittadinanzattiva - che all’ospedale di Canicatti chiude il reparto chirurgia per mancanza di chirurghi, siamo rimasti basiti da tale decisione, che mette a repentaglio la salute dei cittadini di quel vasto comprensorio, in questi giorni siamo rimasti in attesa di qualche decisione politica, pronti ad intervenire alla Regione con l’Assessorato alla Sanità. Fortunatamente abbiamo sentito telefonicamente l’onorevole Carmelo Pace, vice presidente vicario della Commissione sanità dell’Ars, nostro conterraneo, attento alle problematiche del territorio, che ci ha tranquillizzato dicendo che è stata trovata una soluzione al problema e che a giorni tale reparto riaprirà.

Abbiamo voluto altresì incontrare il commissario dell’Asp di Agrigento il quale ci ha descritto una situazione di carenza di personale sanitario in generale, che è comune a tutti gli ospedali d’Italia con maggiori difficoltà in Sicilia, ma che ha assunto particolare gravità al Barone Lombardo, per le dimissioni di un medico che ha preferito prestare la sua professionalità alla sanità privata. Tutto ciò ha costretto a far chiudere il reparto di chirurgia anche per carenza di personale sanitario, benché le consulenze sanitarie di questo reparto venivano ugualmente fatte ma non gli interventi. Nonostante queste difficolta oggettive, avendo fatto parecchi bandi di concorsi per medici, andati deserti, pur tuttavia il commissario Zappia è riuscito a persuadere e far rientrare in servizio due chirurghi già in quiescenza affiancati da un dirigente medico. L’impegno del commissario ha posto fine alla chiusura definitiva di un reparto importantissimo per la salute di questo vasto comprensorio e per questo dobbiamo dargli atto e ringraziarlo. Possiamo assicurare i cittadini di Canicatti e dei paesi limitrofi che a fine mese di aprile il reparto chirurgia dell’ospedale Barone Lombardo aprirà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mancano i medici, chiude il reparto di Chirurgia di Canicattì
AgrigentoNotizie è in caricamento