Cronaca Licata

"Cani e furetti tenuti in un magazzino", quarantenne denunciato per maltrattamento

Ad intervenire sono stati i poliziotti e i veterinari dell'Asp dopo una segnalazione: trovato anche un animale che era stato smarrito nel 2019 dal padrone, da cui è adesso tornato

Teneva in un magazzino, in condizioni ritenute precarie, cani e furetti utilizzati verosimilmente per la caccia. Per questo gli agenti del commissariato di Licata hanno denunciato un quarantenne del luogo per abbandono e maltrattamento di animali.

Stando agli accertamenti condotti dopo una segnalazione, i proprietari non si sarebbero recati quotidianamente a portare loro del cibo o a prestargli cure. Sul posto, oltre ai poliziotti, anche il personale veterinario del Dipartimento di prevenzione veterinaria dell’Asp di Agrigento. Gli agenti, dice una nota della Questura, "constatavano che gli animali si trovavano in condizioni incompatibili con la loro natura, tali da arrecare loro gravi sofferenze".

Secondo i veterinari, infatti le gabbie non avevano dimensioni idonee ed erano sprovviste degli "arricchimenti ambientali volti a ricrearne l’habitat". Inoltre, tra i cani custoditi nel magazzino, ne è stato trovato uno che era poi risultato essere stato smarrito nel 2019 dal legittimo proprietario, a cui l'animale è stato riconsegnato.

Tutti gli animali sono stati quindi sequestrati dato le condizioni di incompatibilità cui erano sottoposti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Cani e furetti tenuti in un magazzino", quarantenne denunciato per maltrattamento

AgrigentoNotizie è in caricamento