menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Martelli, coltelli e persino un piccone per minacciare la sorella: giudice allontana 50enne

L'uomo è indagato per maltrattamenti in famiglia, il pm sollecita una perizia psichiatrica

Coltelli, picconi, martello e bottiglie per minacciare la sorella che, in alcune circostanze, avrebbe rischiato anche di venire colpita: un cinquantenne con sospetti problemi psichici viene allontanato dall’abitazione e collocato in una comunità per disabili.

Il provvedimento è stato disposto dal gip Luisa Turco che, nei prossimi giorni, dovrà pronunciarsi pure sulla richiesta del pubblico ministero Gloria Andreoli, di disporre una perizia psichiatrica, per accertare la sua capacità di intendere e volere. Ieri mattina, intanto, si è celebrato l’interrogatorio di garanzia, in tribunale perché non è ancora previsto dal protocollo che si tenga l’udienza in remoto per casi analoghi ma solo per udienze con rito direttissimo e di convalida dei provvedimenti cautelari.

L’indagato, accusato di maltrattamenti in famiglia, difeso dall’avvocato Barbara Garascia, si è avvalso della facoltà di non rispondere. Nella lista delle accuse, quasi tutte risalenti all’ultimo mese, quella di avere lanciato dei coltelli all’indirizzo della sorella, di aver cercato di colpirla con un martello, di avere brandito un piccone e di avere minacciato di ucciderla mentre dormiva dopo averle puntato un coltello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento