rotate-mobile
Il provvedimento / Grotte

"Maltrattamenti contro i familiari, lesioni personali e minacce": arrestato e portato in carcere

L'impiegato cinquantunenne deve scontare la pena di due anni e dieci mesi di reclusione

Maltrattamenti contro i familiari, lesioni personali e minacce aggravate e continuate. È per questi reati che un impiegato grottese di 51 anni è stato arrestato dai carabinieri. Militari dell'Arma che hanno dato esecuzione al provvedimento dell'ufficio Esecuzioni penali della procura. L'uomo è stato infatti condannato alla pena di due anni e 10 mesi di reclusione. 

I reati di cui è stato accusato e condannato sarebbero stati commessi da luglio 2015 a novembre 2017. 

Dopo l'arresto, il cinquantunenne è stato portato alla casa circondariale "Pasquale Di Lorenzo" di Agrigento.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Maltrattamenti contro i familiari, lesioni personali e minacce": arrestato e portato in carcere

AgrigentoNotizie è in caricamento