menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Picchia la moglie e frattura il braccio allo zio della donna", arrestato disoccupato

L'uomo che cercava di riportare la calma nella coppia è finito al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". I poliziotti della sezione "Volanti" hanno ritirato al 34enne le armi legittimamente possedute

Intervengono - nel quartiere commerciale del Villaggio Mosè - per riportare la calma in una famiglia: era stata segnalata, infatti, una lite. Si ritrovano però davanti agli occhi un uomo violento. Un trentaquattrenne, disoccupato, che stava picchiando - secondo quanto è stato ricostruito dalla polizia di Stato - la moglie. I poliziotti della sezione "Volanti" della Questura di Agrigento hanno subito bloccato l'uomo che è stato arrestato in flagranza di reato.

Il trentaquattrenne dovrà rispondere delle ipotesi di reato di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali. A cercare di calmare il disoccupato in escandescenze c'erano anche alcuni familiari della ragazza. Uno zio, durante lo "scontro", ha riportato la frattura di un braccio ed e' finito al pronto soccorso dell'ospedale "San Giovanni di Dio". La moglie, di un anno più giovane, ha raccontato tutto alla polizia ed è, dunque, scattato l'arresto. Il disoccupato - su disposizione del sostituto procuratore di turno, titolare del fascicolo d'inchiesta immediatamente aperto, - è stato posto ai domiciliari, in un'altra residenza. 

I poliziotti delle "Volanti", in via precauzionale, gli hanno anche ritirato tre armi legittimamente detenute: due rivoltelle e un fucile. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento