"Maltrattamenti all'ex compagna", la Cassazione conferma condanna per 52enne

I fatti contestati all'imputato, Ignazio Sciascia, sono relativi ai primi del 2016

La Cassazione ha confermato la condanna a 3 anni e 4 mesi di carcere inflitta, per maltrattamenti all'ex compagna, a Ignazio Sciascia, 52 anni, originario di Agrigento ma da tempo residente a Marsala. Lo riporta l'Ansa. In primo grado, a fine settembre 2017, a condannare l'uomo era stato il giudice monocratico Iole Moricca. Poi, la sentenza fu confermata dalla Corte d'appello di Palermo. I fatti contestati all'imputato sono relativi ai primi del 2016. E fu proprio in occasione della "Festa delle donne", l'8 marzo 2016, che l'ex compagna, che adesso ha 30 anni, stanca di subire, decise di lasciare il convivente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In passato, Ignazio Sciascia è già stato condannato sempre per maltrattamenti in famiglia. In quel caso, vittima fu l'anziana madre. Poi, è stato accusato di atti persecutori, maltrattamenti e lesioni in danno dell'ultima convivente. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Gruppetto di tunisini sbarca a San Leone: i migranti scappano a gambe levate

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento