rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Cronaca

Sopralluogo della Protezione civile a Sciacca per i danni da maltempo, Cocina: "Faremo di tutto perché non accada più"

Scettico il sindaco Francesca Valenti: "Per me si tratta di un deja-vu, è un racconto che conosco molto bene e che è già stato fatto negli anni precedenti. Siamo ancora al punto di partenza e da allora nulla è cambiato"

Protezione civile e Genio civile di Agrigento insieme per salvare Sciacca dal disastro, da altri alluvioni che potrebbero ferire ancora di più una città già fortemente provata.

Questa mattina è arrivato il dirigente generale della Protezione civile siciliana Salvatore Cocina per effettuare un sopralluogo nelle zone più colpite dal maltempo dei giorni scorsi. Con lui c'erano, tra gli altri, il responsabile del Genio civile di Agrigento Rino La Mendol, il sindaco della città termale Francesca Valenti e il responsabile della Protezione civile in provincia Maurizio Costa.
"Non posso dare alcun dettaglio tecnico sulle procedure da attivare - ha detto Cocina - perché è ancora troppo presto. Ma posso assicurare che ci sarà un intervento importante, magari non risolutivo al cento per cento ma che comunque farà in modo di mitigare notevolmente i rischi in prospettiva di altri episodi del genere con condizioni meteo particolarmente avverse. Siamo qui per farci un'idea ben precisa della situazione e stabiliremo il piano d'azione al termine di una successiva riunione tecnica. Una valutazione che faremo proprio oggi. Questa è una zona che ha avuto danni importanti negli anni passati e dobbiamo fare di tutto perchè non accada più".

Il sindaco Francesca Valenti è invece apparsa abbastanza scettica: "Tutto quello a cui sto assistendo oggi, per me è un deja-vu. Questo racconto lo conosco molto bene perchè è già stato fatto in passato. Il presidente della Regione Nello Musumeci ci ha scritto chiedendo il coinvolgimento del Comune nell'effettuare "scelte coraggiose" per risanare il dissesto idro-geologico, ma non ho ben capito a cosa si riferisse. Non c'è stato, da parte sua, alcun attestato di solidarietà che mi sarei comunque aspettata. Vedremo cosa succederà. Oggi sono presenti tanti uffici e speriamo che sia la volta buona. Sono abbastanza preoccupata perché stiamo ricominciando esattamente da ciò che ci eravamo già detti alcuni anni fa. Era il 2018, oggi è il 2021 e nulla è cambiato.
Fiducioso il responsabile del Genio civile di Agrigento Rino La Mendola: "Siamo ben coordinati e faremo una sorta di task force per dare a Sciacca la risposta che merita".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sopralluogo della Protezione civile a Sciacca per i danni da maltempo, Cocina: "Faremo di tutto perché non accada più"

AgrigentoNotizie è in caricamento