Cronaca

Arriva la bufera, piogge e temporali minacciano l'intera provincia: non vengono escluse esondazioni

A partire dalla tarda serata di oggi e per le successive 24 ore sono previste precipitazioni abbondanti. Il consiglio della Protezione civile è: "Massima prudenza"

Temporali in arrivo nell'Agrigentino (foto d'archivio)

Una nuova ondata di maltempo minaccia l'Agrigentino. A partire dalla tarda serata di stasera e per le succesive 24 ore sono previste piogge, grandinate e temporali. L'allerta arriva dalle forze dell'ordine. La fase più intensa dovrebbe concentrarsi tra la tarda notte e domani mattina. Il consiglio anche per domani non può che essere uno soltanto: "Massima prudenza e cautela, evitando gli spostamenti dalle proprie abitazioni e dai luoghi di lavoro se non per casi di emergenze ed urgenze".  Le previsioni sono confermate anche dal servizio meteorologico dell'aeronautica. Già a partire da questa sera sono previste precipitazioni intense con temporali e forte vento che dovrebbero proseguire per tutta la notte. Qualche schiarita è prevista nella tarda mattinata di domani, per poi peggiorare nuovamente dalla prima parte del pomeriggio in poi. Le temperature sono previste in lieve diminuzione.

A Sciacca, dalla mezzanotte di oggi, e per la giornata di domani giovedì 9 febbraio 2017 sono previste nella nostra zona (quadrante d) condizioni meteorologiche con criticità arancione per  "rischio meteo, idrologeologico e idraulico" con allerta temporali. Da questo pomeriggio e fino alla mezzanotte, invece, la criticità è “Gialla”. I codici di criticità meteo, si ricorda, sono 4: verde (vigilanza), gialla (attenzione), arancione (preallerta) e rosso (allarme).    

Allerta meteo arancione è stata diramata, dal sindaco Messana, anche a Racalmuto: "Dalle prime ore di domani, per 24-36 ore, si prevedono venti forti con rinforzi fino a burrasca. I temporali saranno forti e saranno accompagnati da forti raffiche di vento. Invito i cittadini - ha scritto Messana - a liberare verande, balconi e terrazze da ogni oggetto che potrebbe spostarsi e causare pericolo. E' importante inoltre che gli automezzi, se non custoditi in garage, vengano lasciati in modo da non ostuire i passaggi per i mezzi di soccorso". Il sindaco ha inoltre invita tutti a tenersi lontano da strutture precarie come ponteggi, cartelloni pubblicitari ed ha consigliato di non soggiornare in locali seminterrati. 

Non si escludono - hanno reso noto, in serata, dal Libero consorzio - possibili fenomeni di piena di fiumi e torrenti nonché dei valloni tributari, con rischio esondazione. Per questo motivo, i gestori prevedono il rilascio di volumi d’acqua di una certa consistenza dalle dighe Gammauta sul fiume Sosio-Verdura, Gibbesi sul Salso, Arancio sul Carboj e Castello sul Magazzolo. I rilasci potrebbero dar luogo ad esondazioni localizzate lungo questi corsi d’acqua a valle delle dighe, potendo interessare in qualche caso anche i tracciati di strade della viabilità secondaria di tutti i comparti della provincia.

Il gruppo di Protezione civile del Libero consorzio di Agrigento, tra i destinatari dell’avviso, è pronto in ogni caso ad intervenire qualora si manifestassero criticità, raccordandosi con gli uffici di Protezione civile dei singoli Comuni. Il settore Infrastrutture Stradali raccomanda invece di spostarsi in auto lungo le strade provinciali, ex consortili ed ex regionali solo in caso di effettiva necessità durante gli eventi meteo, prestando la massima attenzione negli attraversamenti e nei sottopassaggi, non solo, ove esista tale rischio, per le possibili esondazioni di torrenti e valloni, ma anche in considerazione delle cattive condizioni dei tracciati di buona parte della rete viaria provinciale, caratterizzati da frane, dissesti e buche sul manto stradale, accentuati dalle ultime precipitazioni, e con il concreto rischio di ulteriori riversamenti di fango e detriti da terreni e pendii adiacenti le stesse sedi stradali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la bufera, piogge e temporali minacciano l'intera provincia: non vengono escluse esondazioni

AgrigentoNotizie è in caricamento