Niente aiuti dal Governo, il Sinalp: "Siamo figli di un maltempo minore"

Monteleone: "Il presidente Musumeci sbatta i pugni sul tavolo e faccia valere i circa 800 anni di grande storia"

Il maltempo a Sciacca

Manca erogazione di aiuti da parte del Governo nazionale. A sbattere i pugni è il Sinalp Sicilia, che invoca il presidente della Regione, Musumeci, ad alzare la voce. I danni del maltempo hanno causato disagi anche in tutto quanto l’Agrigentino, diverse le famiglia che hanno dovuto lasciare la propria abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Come al solito la Sicilia - spiega Andrea Monteleone - in una nota - non è Italia quando lo stato nazionale deve investire o erogare aiuti ed interventi, diviene di colpo Italia solo quando i siciliani debbono versare all'erario quel poco di denaro che gli rimane. Tutti abbiamo assistito ai danni causati dal maltempo su tutto il territorio siciliano, anche nell’Agrigentino. Il presidente Musumeci sbatta i pugni sul tavolo e faccia valere i circa 800 anni di grande storia siciliana che oggi la innalzano a rappresentante di un popolo e di una nazione che seppur vinta mantiene intatta la sua identità”.        

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Regione, firmata l'ordinanza: centri commerciali e outlet chiusi la domenica pomeriggio e coprifuoco dalle 23

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: calano i contagi, ma ci sono Comuni dove si registra un'impennata

  • Coronavirus: "pioggia" di casi tra Agrigento, Favara, Ribera e Sciacca

  • Coronavirus, boom di contagi fra Licata, Sciacca, Porto Empedocle e Raffadali: anche 2 bimbi e una docente

  • Aumentano i contagi da Covid, sospesi i mercatini settimanali: ecco dove

  • Coronavirus: boom di contagi in città (+7), Licata (+7) e Canicattì (+10), positivi alunni, docente e operatore: scuole chiuse

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento