menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'incontro di oggi

L'incontro di oggi

Sciacca e Ribera, danni per 54 milioni di euro, Crocetta: "Risorse disponibili"

Il bilancio è stato composto durante un vertice fra i sindaci ed i responsabili tecnici dei due Comuni e i tecnici del Genio civile

Danni infrastrutturali per 54 milioni di euro. Danni ai quali si aggiungono i circa 30 milioni quantificati per l'agricoltura. Per Sciacca la stima è di due milioni di euro e riguarda i dissesti stradali, ma non soltanto, del centro storico. Due milioni di euro i danni quantificati per il centro storico di Ribera e 50 milioni per le strade extraurbane.  E' disastroso il bilancio per Sciacca e Ribera dopo l'alluvione di ieri mattina. Il bilancio è stato composto durante un vertice fra i sindaci ed i responsabili tecnici dei due Comuni e i tecnici del Genio civile.

l presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, si è recato oggi nei territori dell’agrigentino colpiti dalla recente alluvione. Negli incontri avuti avuti a Ribera e Sciacca - in quest’ultima visita è intervenuta anche Beatrice Lorenzin, ministro della Salute - coi sindaci, ha annunciato misure immediate a favore dei territori alluvionati della Sicilia occidentale e orientale.

"Un’altra grande sofferenza – ha detto Crocetta incontrando i familiari dell’uomo disperso a Sciacca -  è quella dei nostri due siciliani uno di Letojanni e l’altro di Sciacca, che non riusciamo a trovare”.

Il presidente ha rassicurato i familiari che lo Stato continuerà nell’azione di ricerca e che non abbandonerà le famiglie. “Gli interventi individuati dal governo siciliano - aggiunge il presidente - sono di tre livelli. Il primo è quello che riguarda il ripristino della viabilità, sia nelle aree urbane che in quelle rurali, dove si rischia per l’interruzione delle vie di accesso, di non poter effettuare la raccolta delle arance e un finanziamento con apposito emendamento nella manovra di assestamento di bilancio, che sarà predisposto lunedì, per fronteggiare le spese dell’emergenza; un secondo livello riguarda la dichiarazione dello stato di calamità; il terzo livello riguarda lo stanziamento dei fondi per gli interventi necessari alla riparazione dei danni e di interventi strutturali necessari per evitare che fenomeni di questo tipo di verifichino ancora. Il provvedimento verrà deliberato dalla giunta la prossima settimana, non appena la protezione civile completerà la stima dei danni. Per quanto attiene alle possibili misure di ristoro nei confronti dei privati danneggiati, si potrà intervenire dopo la certificazione da parte della protezione civile dei danni realmente subiti.

ROSARIO CROCETTA: "DANNI? ME L'ASPETTAVO"

"Agiremo con la stessa velocità con la quale siamo intervenuti per Licata, evitando di fare come si faceva in passato, quando alla dichiarazione dello stato di calamità, non seguiva alcuno stanziamento di risorse. Questa volta – conclude Crocetta -  le risorse ci saranno e saranno immediatamente disponibili”.

Al solo settore agrumicolo, il danno provocato dal nubifragio è stato stimato in circa 30 milioni di euro. Ed è una prima stima fatta dalla Confederazione italiana agricoltori. L'esondazione dei fiumi Verdura, Magazzolo e Platani ha allagato ettari ed ettari di terreni: circa 30 li ha allagati il Platani, altrettanti ettari sono stati allagati dal Magazzolo e poi il Verdura ha devastato circa 100 ettari. 

All'indomani del nubifragio, parla anche il sindaco di Sciacca, Fabrizio Di Paola. Il primo cittadino fa il punto della situazione: "Quantificazione economica? In questo momento non siamo nelle condizioni di poterla dare con assoluta certezza. Danni? La situazione è grave".

Intanto, continuano ed andranno avanti tutta la notte le ricerche del disperso saccense. L’uomo era uscito di casa, come fa ogni giorno, per raggiungere il suo fondo di contrada Muciare, ma non è più tornato. Ieri sera i familiari ne hanno denunciato la scomparsa. Nel terreno dell’uomo è stata trovata la sua auto, una Renault Clio, sommersa da fango e detriti, ma di Bono nessuna traccia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento