rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Lampedusa e Linosa

Lampedusa, forte vento di libeccio danneggia imbarcazioni dei migranti dentro il porto

Il sindaco Martello: "Intervengano subito l’ufficio dogane e il ministero dell’Interno. Non è possibile che ci vogliano settimane o addirittura mesi prima che vengano rimosse e smaltite"

Anche a Lampedusa il forte vento di libeccio che ha imperversato nel Mediterraneo ha causato danni.

In particolare nel porto in cui sono attraccate le barche usate dai migranti che sono state gravemente danneggiate, alcune praticamente distrutte. 

Un danno che è prima di tutto ambientale oltre che strutturale.

Il sindaco Salvatore Martello ha lanciato l’allarme: “Non è possibile che l'ufficio delle dogane continui a far trascorrere settimane o addirittura mesi prima di rimuovere e smaltire queste barche. Chiediamo interventi urgenti per evitare ulteriori danni ambientali ed infrastrutturali dentro e fuori il porto, per non parlare dei rischi per le altre imbarcazioni ormeggiate nell'area portuale.

Chiediamo anche un indennizzo per tutti i relitti affondati o fatti affondare nel nostro mare, creando danni ai pescherecci e rischi per i pescatori. Il Comune non ha competenza per potere intervenire comunque non avrebbe strumenti e risorse”.

Intanto le previsioni meteo indicano un peggioramento nelle prossime ore che mette ancora più in apprensione il primo cittadino di Lampedusa.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampedusa, forte vento di libeccio danneggia imbarcazioni dei migranti dentro il porto

AgrigentoNotizie è in caricamento