Reparto Malattie infettive, l'Asp bloccò i concorsi per medici: "Non servono"

"La graduatoria - disse l'Azienda in una lettera - non è stata formulata poiché l'azienda non ha avuto necessità di conferire incarichi a tempo determinato per tale disciplina"

Il "San Giovanni di Dio"

Dal 2010 il reparto di Malattie infettive per l'ospedale "San Giovanni di Dio" è previto nell'atto aziendale dell'Asp ma lo stesso è rimasto sulla carta pure quando sembrava che la sanità agrigentina fosse interessata a trasformare le promesse in atti più formali.

Giornalista morta per malaria non diagnosticata, l'esperto: "Si tratta di una malattia curabile"

La vicenda è raccontata dall'edizione odierna del quotidiano La Sicilia. Lo stesso racconta come 5 anni fa venne pubblicato un avviso per il conferimento di incarichi a tempo determinato a dirigenti medici specializzati nel settore delle malattie infettive. A quel bando partecipò anche un infettivologo, il quale tuttavia attese a lungo, e vanamente, che la procedura burocratica avanzasse. Così chiese chiarimenti all'Azienda - racconta ancora il quotidiano catanese -. "La graduatoria - disse l'Asp - non è stata formulata poiché l'azienda non ha avuto necessità di conferire incarichi a tempo determinato per tale disciplina".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Reparto di Malattie infettive, il management: "Pronti a pianificare il reparto"

Risposta tatutologica, ma burocraticamente molto "decisa": per quanto vi fossero degli atti avviati in quella direzione, insomma, non era intendimento concreto dell'Azienda reperire le professionalità  necessarie e realizzare il reparto in questione. Del resto della possibilità si parla da anni: durante una delle precedenti gestioni dell'Asp si fece persino il nome di un rinomato medico ennese, ma anche in quel caso, tutto rimase al livello delle "normali" chiacchiere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • Coronavirus, 7 nuovi casi: 3 ad Aragona, 2 a Sciacca, 1 ad Agrigento e a Palma

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona e tamponi positivi anche a Licata

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento