Giovedì, 18 Luglio 2024
Mafia

Traffico di droga e abigeato con la regia della mafia, sarà sentito il pentito Quaranta

La decisione del gup: via libera all'audizione del collaboratore di giustizia la cui posizione è stata stralciata

Via libera all’audizione del pentito di mafia Giuseppe Quaranta la cui posizione, nel frattempo, è stata separata rispetto alle altre e seguirà un binario processuale diverso. Queste le decisioni del gup di Catania, Giovanni Cariolo, all’udienza preliminare scaturita dall’inchiesta “Proelio” che ha fatto luce su un presunto traffico di droga e abigeato sotto l’egida di Cosa Nostra delle province di Agrigento e Ragusa.

Traffico di droga e abigeato, in quaranta davanti al gup

Il pm Valentina Sincero aveva chiesto di produrre alcuni verbali del neo collaboratore di giustizia che, dallo scorso gennaio, quando è scattata l’operazione antimafia “Montagna”, che ha accertato il suo ruolo di capo della cosca di Favara, ha deciso di collaborare con la giustizia. La decisione presa dal giudice, dopo avere esaminato un paio di richieste difensive, è stata quella di ascoltarlo in udienza e di stralciare la sua posizione.

Quaranta gli imputati, fra i quali molti agrigentini. Nella lista, oltre allo stesso pentito favarese, ci sono Francesco Fragapane, 38 anni, di Santa Elisabetta, figlio di Salvatore, capo mafia di Agrigento degli anni Novanta; Roberto Lampasona, 41 anni, di Santa Elisabetta; Antonino Mangione, 38 anni, di Raffadali e Girolamo Campione, 40 anni, residente a Burgio. L’avvocato Francesco Carrubba, difensore di Fragapane, arrestato pure il 22 gennaio nell’inchiesta antimafia “Montagna” e indicato come uno dei boss più influenti della provincia, aveva chiesto l’audizione di Quaranta che, pentitosi dopo l’arresto nella stessa indagine, ha rafforzato le accuse nei suoi confronti.

Inchiesta "Proelio", spunta un altro collaboratore di giustizia

Stessa richiesta era stata fatta dall’avvocato Gloria Lupo che difende il pentito-imputato. Il giudice, ieri, ha deciso di accogliere solo la richiesta del difensore del collaboratore di giustizia. Si torna in aula venerdì per definire le strategie processuali e in particolare le scelte dei riti. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di droga e abigeato con la regia della mafia, sarà sentito il pentito Quaranta
AgrigentoNotizie è in caricamento