Sorveglianza speciale per il 49enne boss Vincenzo Meli

L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive

Vincenzo Meli

Sorveglianza speciale per il boss Vincenzo Meli. Per l’uomo è stata applicata la misura di prevenzione personale con anche l’obbligo  di soggiorno nel comune di residenza. Lo rende noto l’edizione odierna de La Sicilia. Il 49enne è coinvolto nell’operazione  “Vuntur”.

Meli, attualmente, è detenuto al carcere di contrada “Petrusa”, ed è stato condannato al primo grado a 14 anni e 6 mesi di reclusione. L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive. Meli avrebbe anche supportato il candidato e poi eletto sindaco Angelo Cascià.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: la Sicilia diventa zona gialla, Musumeci: "Non è un liberi tutti"

  • Coronavirus e zona "gialla", ecco tutte le regole in vigore da domani

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • L'incubo deviazione è finito: dopo 2 anni e 2 mesi riapre la galleria Spinasanta

  • Coronavirus, 4 morti fra Campobello, Palma e San Biagio: tornano ad aumentare i contagi

  • Coronavirus, il bollettino dell'Asp: 88 nuovi positivi, 6 ricoverati e 2 vittime

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento