Sorveglianza speciale per il 49enne boss Vincenzo Meli

L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive

Vincenzo Meli

Sorveglianza speciale per il boss Vincenzo Meli. Per l’uomo è stata applicata la misura di prevenzione personale con anche l’obbligo  di soggiorno nel comune di residenza. Lo rende noto l’edizione odierna de La Sicilia. Il 49enne è coinvolto nell’operazione  “Vuntur”.

Meli, attualmente, è detenuto al carcere di contrada “Petrusa”, ed è stato condannato al primo grado a 14 anni e 6 mesi di reclusione. L’uomo sarebbe stato appartenente alla “Stidda” ed avrebbe aiutato il padre nelle richieste estorsive. Meli avrebbe anche supportato il candidato e poi eletto sindaco Angelo Cascià.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • Transenna della Ztl sull'auto comprata 2 giorni prima: 40enne su tutte le furie

  • Incidente sulla statale Agrigento-Raffadali: due feriti in ospedale

  • "Disastro ambientale in via miniera Ciavolotta", imprenditori di mezza provincia l'avevano trasformata in discarica: 44 indagati

  • "Il direttore mi convocava e mi chiedeva se mio marito era sessualmente all'altezza", racconto choc in aula

  • "Testate all'ex fidanzata per farla abortire", ventunenne rinviato a giudizio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento