Sabella cita Papa Francesco e si difende: "Affari coi boss? Io antimafioso da sempre"

L'ex sindaco di San Biagio si definisce "un esempio di dignità e legalità": i suoi legali chiedono la scarcerazione

Santo Sabella

"E' bene non fare il male ma è male non fare il bene", l'ex sindaco di San Biagio Platani, Santo Sabella, in carcere dal 22 gennaio del 2018 nell'ambito dell'operazione "Montagna", con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, cita addirittura Papa Francesco e ribadisce, per l'ennesima volta, la sua estraneità alle accuse.

"Se non mi avessero arrestato - ha detto rilasciando dichiarazioni spontanee ai giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato - avrei potuto completare il progetto che avevo avviato di realizzazione del Viale dei giusti, intitolato ai martiri della giustizia. In precedenza avevo già fatto realizzare il monumento a Peppino Impastato, sono antimafioso da sempre. Sono per l'antimafia dei fatti e l'ho dimostrato con una dignità da vendere, mettendola al servizio della mia gente".

Un quadro parecchio diverso da quello ipotizzato dal pm della Dda Alessia Sinatra che gli contesta il concorso esterno in associazione mafiosa per avere appoggiato il boss del paese Giuseppe Nugara, in occasione delle elezioni amministrative del 2014, offrendo - in cambio del sostegno elettorale - appalti e posti di lavoro per uomini a lui vicini. Una tesi che ha sempre respinto con forza e oggi ha ribadito ai giudici.

Intanto i suoi difensori, gli avvocati Antonino Gaziano e Antonino Mormino, hanno chiesto la scarcerazione. Tecnicamente "la revoca della misura cautelare o la sostituzione", vale a dire gli arresti domiciliari, magari col braccialetto elettronico. "Le residue esigenze cautelari - hanno spiegato in aula - dopo due anni di detenzione in carcere e un dibattimento ormai quasi terminato, possono essere salvaguardate in maniera diversa".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I giudici, dopo avere esaminato anche il parere scritto che il pm formulerà nei prossimi giorni, scioglieranno la riserva ed emetteranno la relativa ordinanza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in viale Emporium, auto contro scooter: quattro feriti e un morto

  • Accusa un malore e si accascia, tragedia in città: muore un 35enne

  • La pistola illegale carica trovata nel negozio di Pelonero, tre indagati

  • Coronavirus, l'incubo non è finito: donna positiva al tampone

  • Il Coronavirus spaventa ancora, Musumeci e Razza: "Se contagi salgono si chiude"

  • Frana il costone di Maddalusa, solo paura per i bagnanti: nessun ferito

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento