rotate-mobile
Mafia San Biagio Platani

San Biagio, gli Archi di Pasqua sono "salvi" grazie a un'associazione

Iniziativa di riscatto sociale de "La Creatività di un popolo" dopo l'operazione "Montagna"

Gli Archi di pane di San Biagio Platani, messi a dura prova dalla crisi amministrativa successiva all'arresto del sindaco di San Biagio Platani, Santo Sabella, coinvolto nell'operazione antimafia "Montagna", sono "salvi". Saranno realizzati da un movimento spontaneo chiamato "La creatività di un popolo".

"La creatività di un popolo - spiegano i componenti - è un movimento nato dopo gli ultimi fatti avvenuti nella nostra comunità. E' la risposta di un popolo offeso, sconvolto ed immobilizzato da eventi e fatti che non ci sono mai appartenuti. Così dall'idea di un gruppo di persone prende il via l'iniziativa di ridare al nostro paese la dignità che merita. E il modo migliore, l'unico che conosciamo, l'unico che ci unisce tutti, è certamente quello di rimboccarci le maniche e realizzare gli Archi di Pasqua. Il gruppo di persone ha lanciato il sasso ma il moto d'orgoglio ha invaso l'animo di un cospicuo gruppo di giovani e meno giovani che con la voglia nel cuore si sono detti che l'unica "Cosa Nostra" è l'identità del nostro popolo!! Il nostro essere Sanbiagesi passa dal vedere il giorno di Pasqua il Corso vestito a festa, con i colori della primavera".

Il Movimento aggiunge: "La creatività di un popolo si propone quindi di realizzare le tipiche strutture artistiche degli Archi con solo ausilio delle maestranze locali, non ricevendo alcun contributo economico ma semplicemente con donazioni e sponsor. La volontà di un popolo si esprime anche così con lo sforzo di puntare alla semplicità originaria della tradizione, che fin dalle origini ha visto mobilitarsi gruppi di persone che come unico obbiettivo avevano quello della condivisione, pacifica ed amichevole. Questa nuova edizione degli Archi di Pasqua avrà una nuova formula artistica, l'idea è quella di realizzare ed allestire un vero e proprio laboratorio sperimentale".

Fanno parte del direttivo: Biagio Nigrelli, Michelangelo Misuraca, Gaetano Santoro, Giovanni Battista Interrante, Simona Bonomo, Paolo La Vardera, Filippo Alessi, Rita Bonanno, Francesco Bruno, Salvatore Navarra, Sabrina Circo, Santa Pastorella, Enza Silvana Caldara. 

Queste le cariche:

Presidente: Peppe Savarino 
Vice presidente: Carmelo Navarra 
Responsabile della questua: Biagio Nigrelli 
Segretario: Rita Bonanno 
Tesoriere: Michele Misuraca

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Biagio, gli Archi di Pasqua sono "salvi" grazie a un'associazione

AgrigentoNotizie è in caricamento