Il maxi sequestro dei beni all'imprenditore vicino ai boss, la difesa: "Acquisiti lecitamente"

Dopo la richiesta della Dda di confiscare l'intero patrimonio e applicare la sorveglianza speciale, i legali di Calogero Romano hanno illustrato le loro conclusioni

Calogero Romano

"Tutti i beni sono stati acquisiti in maniera lecita con decenni di attività imprenditoriale puntualmente ricostruiti durante il procedimento". I legali dell'imprenditore di Racalmuto, Calogero Romano, 63 anni, al quale, nel febbraio del 2018, è stato sequestrato un patrimonio di aziende e proprietà stimato in circa 120 milioni di euro che, secondo l'accusa, sarebbe stato acquisito per via della contiguità con Cosa Nostra, replicano alla Dda che, all'udienza precedente, aveva proposto la confisca, vale a dire la definitiva acquisizione da parte dello Stato, di tutti i beni sequestrati.

Chiesta anche la misura di prevenzione personale per tre anni. Si tratta di un provvedimento restrittivo della libertà personale, che ha come presupposto la “pericolosità sociale”, che impone, fra le altre cose, l’obbligo di dimora nel Comune di residenza e quello di rientrare nella propria abitazione negli orari serali. “Non è mai emersa in alcun modo – hanno replicato i legali – la pericolosità sociale”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri mattina, i giudici della seconda sezione misure di prevenzione, presieduta da Wilma Angela Mazzara, hanno ascoltato l'intervento dei difensori (fra gli altri gli avvocati Salvatore Pennica, Lillo Fiorello e Michele De Stefani) che hanno tentato di dimostrare la legittima provenienza dei beni che, invece, secondo la Dda sarebbero il frutto delle sue connivenze con Cosa Nostra. Romano è titolare o socio di numerose aziende che operano nel campo delle telecomunicazioni e della fibra ottica, nel settore edile e anche di un autodromo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

  • La statua di Camilleri diventa un "giallo": polemiche su donatori e progetto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento