rotate-mobile
Mafia Porto Empedocle

"Ha violato le misure di prevenzione", arrestato Fabrizio Messina

Nel settembre del 2016, l'ufficio di Sorveglianza del tribunale di Agrigento, accogliendo l'istanza dell'avvocato Salvatore Pennica, dispose la sua liberazione anticipata riducendo di 270 giorni la pena

Violazione delle misure di prevenzione della sorveglianza speciale. E' stato arrestato ieri sera, per questa ipotesi di reato, Fabrizio  Messina: il fratello del boss ed ex latitante Gerlandino. A bloccarlo sono stati i carabinieri della stazione di Porto Empedocle. Messina pare che si trovasse all’interno del negozio ittico, che è ancora da inaugurare, del fratello Valentino in compagnia di alcuni pregiudicati. Fabrizio Messina è stato posto agli arresti domiciliari. 

Era il settembre del 2016 quando l'ufficio di Sorveglianza del tribunale di Agrigento, accogliendo l'istanza dell'avvocato Salvatore Pennica, ha disposto la liberazione anticipata, riducendo di 270 giorni la pena, per Fabrizio Messina. Secondo il tribunale di sorveglianza "il detenuto ha tenuto un comportamento consono alle regole penitenziarie, dando prova di partecipazione all'opera di rieducazione, prendendo parte alle realtà trattamentali offertegli". Il 26 giugno dello stesso anno, dopo aver scontato 4 anni a seguito di condanna nell'ambito dell'operazione antimafia "Nuova Cupola", Fabrizio Messina aveva lasciato il carcere di Parma dove era detenuto in regime di 41 bis. Un mese dopo venne però raggiunto da un nuovo ordine di carcerazione, emesso dalla Procura generale presso la Corte di appello di Palermo, per scontare altri 7 mesi e 29 giorni per un "cumulo di pene per associazione mafiosa e altri reati". A settembre ha però ottenuto uno sconto maggiore della pena ed è tornato in libertà. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ha violato le misure di prevenzione", arrestato Fabrizio Messina

AgrigentoNotizie è in caricamento