rotate-mobile
Il verdetto / Porto Empedocle

"Il racket delle assunzioni alle imprese": condanna a 6 anni per un 63enne

Giuseppe Migliara è finito a processo insieme al cognato e al nipote, rinviati a giudizio. Le intercettazioni choc: "Appena sbagliano li infussunu"

Sei anni di reclusione per il sessantatreenne Giuseppe Migliara, di Porto Empedocle, arrestato due anni fa insieme al cognato e al nipote Filippo e Giuseppe Freddoneve, padre e figlio di 61 e 36 anni, con l'accusa di avere messo a segno alcune estorsioni ai danni di imprenditori.

Ad essere presi di mira, dal dicembre del 2019 fino allo scorso agosto, sarebbero stati alcuni imprenditori, che operano in particolare nel settore della raccolta dei rifiuti. L’inchiesta, in un primo momento, ipotizzava l’aggravante del metodo mafioso e, per questo, è stata condotta dalla Dda. 

L'inchiesta sulle tentate estorsioni, i retroscena: "Ci devi dare il bar, non possono campare solo loro"

Migliara è stato riconosciuto colpevole di avere imposto l'assunzione del nipote alle dipendenze di un'impresa ma non solo. Ad altri due imprenditori avrebbe cercato di imporre l’assunzione di altri due nipoti e la rescissione di un contratto di locazione.

L'inchiesta sulle tentate estorsioni, l'appello della Squadra Mobile: "Non aspettate che vi sia un episodio casuale, venite e denunciate"

L'inchiesta sulle tentate estorsioni, l'intercettazione: "Posso fare succedere la fine del mondo, non si muove alcunché se prima non lo sappia io"

La sentenza è stata emessa dal giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Agrigento Iacopo Mazzullo che ha inflitto una pena ampiamente superiore rispetto ai 3 anni e 6 mesi chiesti dal pubblico ministero Elettra Consoli.

“Non appena loro sbagliano li ‘nfussunu", è il contenuto di una delle frasi intercettate a Migliara. Gli altri due imputati, difesi dall'avvocato Daniela Principato (Migliara è assistito dall'avvocato Antonino Gaziano) saranno giudicati in dibattimento.

Uno degli imprenditori, costituito parte civile con l'assistenza dell'avvocato Giuseppe Scozzari, ha ottenuto anche il risarcimento con 20mila euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Il racket delle assunzioni alle imprese": condanna a 6 anni per un 63enne

AgrigentoNotizie è in caricamento