"Capo famiglia di Santa Margherita Belice", sorveglianza speciale per Pietro Campo

A decidere la misura di prevenzione è stato il tribunale di Agrigento, sezione I penale su proposta del questore di Agrigento

“Sorveglianza speciale e obbligo di soggiorno nel Comune di residenza per la durata di cinque anni”.  E’ questa la misura di prevenzione applicata a Pietro Campo di Santa Margherita di Belice. Il 67enne è un esponente di spicco della della consorteria mafiosa agrigentina “Cosa Nostra”. L'uomo, ha rivestito il ruolo di capo mandamento e “capo famiglia di Santa Margherita Belice”.

A decidere la misura di prevenzione è stato il tribunale di Agrigento, sezione I penale su proposta del questore di Agrigento. Campo, era sottoposto alla misura cautelare della custodia in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si sfonda il tetto del capannone e precipita da più di 10 metri: 29enne in gravi condizioni

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • Grande Fratello, l'empedoclina Clizia Incorvaia: "Il bacio tra me e Scamarcio? C'è stato"

  • Maxi tamponamento lungo la statale 640: traffico in tilt

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento