rotate-mobile
La requisitoria / Palma di Montechiaro

Il processo al clan mafioso "Paracco": chieste 10 condanne e 2 assoluzioni

La Dda propone pene fino a 20 anni di carcere: per tutti è stato escluso il reato di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di droga

Dieci condanne, fino a 20 anni di carcere, e due assoluzioni: sono le richieste del pubblico ministero della Dda di Palermo, Pierangelo Padova, al processo scaturito dalla maxi operazione antimafia "Oro bianco", che ha fatto luce sul cosiddetto "paracco", ovvero la cosca mafiosa alternativa a Cosa nostra e alla Stidda e su un traffico di droga nell'Agrigentino.

La pena più alta - 20 anni di reclusione - è stata chiesta per Sarino Lo Vasco, 56 anni e Tommaso Vitanza, 73 anni. Il primo è ritenuto "capo decina" della cosca mentre Vitanza è un presunto affiliato.

Mafia, traffico di droga e politica: 10 condanne

Ecco le altre richieste: 8 anni per Roberto Alletto, 37 anni, di Palma; 6 anni per Vincenzo Bennardo, 45 anni, di Favara; 7 anni per Vincenzo Curto, 44 anni, di Canicattì; 8 anni per Salvatore Curto, 41 anni, di Canicattì; 6 anni per Vincenzo Messina, 37 anni, di Canicattì; 8 anni per Giovanni Pietro Scaccia, 54 anni, di Canicattì; 8 anni per Vincenzo Fallea, 45 anni, di Favara e 6 anni per Maurizio Licata, 57 anni, di Licata.

Maxi inchiesta "Oro bianco": il processo si sposta ad Agrigento

Assoluzioni per Rosario Meli, 39 anni e Calogero Monterosso, 40 anni, entrambi di Palma. Per tutti è stato chiesto il proscioglimento dall'accusa di associazione finalizzata allo spaccio.

Nel blitz, eseguito dai carabinieri all'alba del 13 gennaio del 2021, era finito in carcere pure un consigliere comunale di Palma di Montechiaro, arrestato con l'accusa di associazione mafiosa e dimessosi all'indomani dell'arresto. La Dda, fra le altre cose, gli contestava di avere messo a disposizione del clan i servizi dell’Unicredit, di cui era dipendente. Il bancario è morto in carcere dopo la condanna di primo grado. 

Il troncone abbreviato del processo ha portato a 9 condanne. 

Dopo la requisitoria i giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, hanno aggiornato il processo al 10 giugno per le prime arringhe dei difensori (fra gli altri gli avvocati Calogero Lo Giudice, Daniela Posante, Diego Giarratana e Giovanni Lo Monaco). 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il processo al clan mafioso "Paracco": chieste 10 condanne e 2 assoluzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento