rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Il verdetto / Palma di Montechiaro

Mafia, traffico di droga e politica: 10 condanne e 8 assoluzioni

Dodici anni di reclusione all'ex consigliere comunale Salvatore Montalto, ritenuto organico al clan del "paracco": la cosca alternativa a stidda e Cosa nostra avrebbe gestito affari e traffici illeciti a Palma di Montechiaro

Dieci condanne e otto assoluzioni: il gup del tribunale di Palermo, Stefania Brambille, ha emesso la sentenza del processo scaturito dalla maxi operazione antimafia "Oro bianco", che ha fatto luce sul cosiddetto "paracco", ovvero la famiglia mafiosa alternativa a Cosa nostra e alla Stidda.

La nuova cosca, secondo l'accusa, sarebbe stata messa in piedi dal 60enne Rosario Pace di Palma di Montechiaro, appartenente alla storica famiglia: la condanna nei suoi confronti - 16 anni - è una delle più alte. L'indagine ha sgominato pure un vasto traffico di cocaina. Nel blitz, eseguito dai carabinieri all'alba del 13 gennaio dell'anno scorso, è finito in carcere pure il consigliere comunale di Palma di Montechiaro, Salvatore Montalto, 52 anni, arrestato con l'accusa di associazione mafiosa e dimessosi all'indomani dell'arresto.

Il giudice gli ha inflitto 12 anni di reclusione, ovvero 2 in più di quanto aveva chiesto il pm della Dda Pierangelo Padova. L'ex consigliere, fra le altre cose, è stato riconosciuto colpevole di avere messo a disposizione del clan i servizi bancari dell’Unicredit di cui era dipendente. Le intercettazioni hanno mostrato le fibrillazioni della cosca durante la campagna elettorale e in occasione dello spoglio. 

Ecco le altre condanne, fra parentesi le richieste del pm: Gioacchino Rosario Barragato, 60 anni, di Palma: 12 anni (14 anni); Francesco Bonsignore, 55 anni, di Palma: 5 anni e 8 mesi (6 anni); Sarino Lauricella, 51 anni, di Palma: 12 anni (14 anni); Domenico Manganello, 47 anni, di Palma: 18 anni e 8 mesi (20 anni); Giuseppe Morgana, 36 anni: 10 anni e 8 mesi (12 anni); Emanuele Pace, 34 anni: 10 anni (10 anni); Gioacchino Pace, 41 anni: 16 anni e 8 mesi (14 anni) e Giuseppe Blando, 46 anni, di Favara: 11 anni e 8 mesi (12 anni).

Gli altri 8 imputati sono stati assolti. Si tratta di: Calogero Lumia, 74 anni, di Palma (10 anni era la richiesta del pm); Carmelo Pace, 59 anni (6 anni), Giuseppe Pace, 40 anni (14 anni), Gioacchino Mangiavillano, 56 anni (4 anni); tutti di Palma, Salvatore Carusotto, 49 anni, di Licata (assoluzione); Federico Gallea, 26 anni, di Palma (assoluzione); Rocco Novella, nato a Locri, 38 anni (assoluzione) e Salvatore Troia, 63 anni di Villabate (assoluzione).

Dopo la requisitoria del pm il giudice ha dedicato alcune udienze alle conclusioni dei difensori (fra gli altri gli avvocati Francesco Scopelliti, Salvatore Pennica, Giuseppe Vinciguerra, Domenico Ingrao, Antonino Gaziano, Santo Lucia, Antonino Reina e Giuseppe Glicerio): dopo l'intoppo di giovedì, quando l'udienza è saltata per l'impossibilità, causa blackout, di collegarsi col carcere di Cagliari dove era detenuto Montalto, la sentenza è stata emessa in mattinata.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, traffico di droga e politica: 10 condanne e 8 assoluzioni

AgrigentoNotizie è in caricamento