rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Mafia Palma di Montechiaro

"Boss ergastolano in permesso premio minaccia e spintona il caposcorta", al via il processo

Ignazio Ribisi avrebbe aggredito un ispettore della polizia penitenziaria che non aveva consentito la consegna di un vassoio di pasticcini da parte della moglie. L'avvio del dibattimento era slittato per problemi tecnici

Dibattimento aperto e mezzi di prova ammessi: dopo un paio di rinvii, causati da un problema tecnico nell'attivazione del collegamento da remoto con la piattaforma Teams, è iniziato il processo a carico del boss Ignazio Ribisi, 63 anni, di Palma di Montechiaro - da oltre un quarto di secolo in carcere, al 41 bis, per scontare un ergastolo per associazione mafiosa e omicidio - accusato di violenza a pubblico ufficiale.

"Bastardo e indegno, stai zitto... qua sono a casa mia e comando io. Se mi metto a gridare - avrebbe detto - faccio arrivare un sacco di persone". Questo l’episodio, risalente al 19 novembre del 2016, per cui è finito a giudizio.

Ribisi, che ha nominato come difensore l'avvocato Raimondo Tripodo, in occasione di un permesso premio che gli era stato concesso dal magistrato di sorveglianza di Sassari, fu accompagnato dalla polizia penitenziaria nell'abitazione dei suoi familiari con cui aveva avuto l'autorizzazione di trascorrere un breve periodo di alcune ore. Al momento di salutare la moglie, però, avrebbe aggredito un ispettore che aveva l'incarico di capo scorta.

All'origine del suo disappunto il divieto del poliziotto di far consegnare alla donna un vassoio di pasticcini. Dopo le minacce e gli insulti, avrebbe gridato alla moglie di consegnargli lo stesso il vassoio, spingendo il braccio dell'ispettore e aggiungendo: "Anche se ho l'ergastolo io e te ci incontreremo".  Il processo, davanti al giudice Andrea Terranova, è stato aggiornato al 27 maggio per sentire i due poliziotti penitenziari. Ribisi ha annunciato che rilascerà spontanee dichiarazioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Boss ergastolano in permesso premio minaccia e spintona il caposcorta", al via il processo

AgrigentoNotizie è in caricamento