menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento del blitz Xydi

Un momento del blitz Xydi

Mafia, il maxi blitz "Xydi": l'avvocato e l'ex compagno restano in carcere: domiciliari ai poliziotti

Le decisioni dei gip di Agrigento: fermo convalidato per Angela Porcello e Giancarlo Buggea, arresti in casa per Filippo Pitruzzella e Giuseppe D'Andrea. Tornano liberi in 4

L'avvocato Angela Porcello e il compagno Giancarlo Buggea restano in carcere. I due poliziotti coinvolti nell'inchiesta vanno ai domiciliari. I gip di Agrigento, Stefano Zammuto e Alessandra Vella, hanno emesso l'ordinanza per 17 dei 23 indagati dell'operazione Xydi che ha stretto il cerchio sull'ultimo superlatitante Matteo Messina Denaro e disarticolato il mandamento mafioso di Canicattì di cui la professionista sarebbe stata la cassiera e braccio destro del compagno, già pregiudicato per mafia. 

Nei loro confronti è stato convalidato il fermo ed è stata applicata la custodia in carcere. I due poliziotti coinvolti - Filippo Pitruzzella, 60 anni, ispettore fino a poche settimane fa in servizio al commissariato di Canicattì e Giuseppe D'Andrea, 50 anni, assistente capo in servizio nello stesso ufficio - vanno agli arresti domiciliari.

Pitruzzella, che questa mattina - assistito dagli avvocati Salvatore Manganello e Antonino Gaziano - è stato interrogato nel carcere di Trapani e si è difeso, è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa per avere rivelato informazioni riservate su indagini in corso all'avvocato Porcello e a Buggea. 

Per D'Andrea, che ieri, nel carcere Pagliarelli di Palermo, difeso dall'avvocato Daniela Posante, ha risposto alle domande del gip respingendo le accuse, non è stato convalidato il fermo ma è stata firmata un'ordinanza di applicazione dei domiciliari.

Restano in carcere: Calogero Di Caro, 74 anni, boss di Canicattì; Diego Emanuele Cigna, 21 anni, di Canicattì; Pietro Fazio, 48 anni, di Canicattì; Gregorio Lombardo, 66 anni, di Favara; Gaetano Lombardo, 64 anni; Calogero Paceco, 56 anni, di Naro; Giuseppe Sicilia, 42 anni, di Sicilia; Luigi Boncori, 69 anni, di Ravanusa; Antonino Chiazza, 51 anni, di Canicattì.

Decisa, invece, la scarcerazione di Giuseppe Pirrera, 62 anni, di Favara; Gianfranco Gaetani, 53 anni, di Naro; Luigi Carmina, 55 anni, di Caltanissetta e Antonino Oliveri, 36 anni, di Canicattì. I quattro indagati (difesi dagli avvocati Giuseppe Barba, Michele Giovinco, Stefano Argento e Filippo Gallina) sono tornati liberi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Apre lo "Sportello di ascolto solidale": aiuterà anche le famiglie

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento