menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento della conferenza stampa

Un momento della conferenza stampa

Vultur, gli indagati davanti al gip: solo uno risponde alle domande

Interrogatori di garanzia oggi in Tribunale. Vincenzo Meli ha parlato davanti al giudice Alfonso Malato dicendosi estraneo ai fatti contestati

Quattro dei cinque arrestati nell’operazione “Vultur”, sono stati condotti stamani davanti al gip Alfonso Malato del Tribunale di Agrigento che ha proceduto per rogatoria, considerato che le misure cautelari sono state emesse dal gip di Palermo Giuliano Castiglia, per gli interrogatori di garanzia.

(IL FATTO)

Si tratta di Rosario Meli di 68 anni, del figlio Vincenzo di 46 anni, di Calogero Piombo di 65 anni, tutti di Camastra, e del canicattinese Calogero Di Caro di 70 anni. Sarà interrogato nei prossimi giorni, invece, Angelo Prato, 38 anni, unico dei cinque indagati raggiunto dalle misure restrittive che si trova ai domiciliari.

(I RETROSCENA)

Solo Vincenzo Meli ha risposto alle domande del gip, dicendosi estraneo ai fatti che gli vengono contestati. Gli altri tre indagati, invece, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. I legali delle persone coinvolte nel blitz antimafia “Vultur” hanno annunciato che lunedì prossimo presenteranno istanza di riesame per i loro assistiti.  

LEGGI ANCHE:

VULTUR, IMPOSTO IL PIZZO SU OGNI FUNERALE


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento